Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Questa volta senza neanche la finzione della votazione

Grillo decide l'espulsione dei 5 senatori dimissionari


Grillo decide l'espulsione dei 5 senatori dimissionari
06/03/2014, 11:40

ROMA - Alessandra Bencini, Laura Bignami, Monica Casaletto, Maria Mussini e Maurizio Romani - tutti senatori del Movimento 5 Stelle che si sono dimessi dal gruppo per protesta contro le espulsioni dei senatori che avevano espresso subbi sul comportamento di Grillo - non fanno più parte del partito di Grillo. E' lo stesso leader a darne comunicazione sul suo blog, questa volta senza neanche la finzione di una votazione. 

Grillo spiega: "Questo gesto non è stato motivato da particolari situazioni personali, familiari o di salute, come solitamente avviene in questi casi, ma come gesto politico in aperto conflitto e contrasto con quanto richiesto dal territorio, stabilito dall'assemblea dei parlamentari del M5S, confermato dai fondatori del M5S e ratificato dagli iscritti certificati in Rete, in merito ai quattro senatori espulsi. E' stato loro chiesto se confermassero o meno la propria posizione e l'hanno ribadita. I senatori dimissionari si sono pertanto isolati dal Movimento 5 Stelle e non possono continuare ad esserne rappresentanti ufficiali nelle istituzioni. Sono fuori dal M5S". 

Resta il dubbio se sono stati cacciati perchè non rappresentano più i cittadini oppure se non rappresentano più gli interessi Beppe Grillo.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©