Politica / Politica

Commenta Stampa

Sì alla decadenza di Berlusconi

Grillo, forte polemica contro Letta e Alfano

"A loro della volontà popolare non gliene frega nulla"

Grillo, forte polemica contro Letta e Alfano
06/10/2013, 19:21

ROMA- "Questo governo ha fatto solo annunci e ha aumentato le tasse dirette e indirette. Qualcuno ha detto che qualunque imbecille é capace di aumentare le tasse. Non ha tagliato nulla, auto blu, F35, finanziamenti pubblici, pensioni d'oro, province e mille altri sperperi non sono stati neppure sfiorati Questo governo ha come obiettivo di resistere, resistere, resistere al cambiamento e vendere il patrimonio nazionale, quello che ne é rimasto, per guadagnare tempo. Neppure un pazzo affiderebbe alla 'coppietta del crack', Capitan Findus Letta e Pesce Palla Alfano, i destini di una nazione". Questo quanto scrive in un post Beppe Grillo sul suo blog.

"Napolitano - prosegue il leader di Movimento 5 Stelle - lo ha fatto, lo fa, si crede invulnerabile come chi é sopravvissuto a tutto e a tutti. Questo governo si é autoeletto a norma di legge, ma gli italiani, il voto, la democrazia non c'entrano nulla. Elezioni, referendum, leggi popolari sono diventate un rito. A loro della volontà popolare non gliene frega un beneamato c.... Occupano Palazzo e istituzioni da decenni e non se ne vogliono andare".

I senatori M5S voteranno "compatti" per la decadenza di Berlusconi, ha scritto Beppe Grillo sul suo blog. Il leader M5S ha replicato a Eugenio Scalfari che nel suo editoriale ha scritto che, nel segreto dell'urna, qualche no alla decadenza potrebbe anche venire da qualche grillino «che lo attribuisca» al Pd. A Scalfari, scrive Grillo, «va ricordato che chi ha fottuto Prodi nell'urna sono stati Renzi e D'Alema, i suoi amici del cuore, e che il M5S voterà compatto per la decadenza di Berlusconi. Non siamo suoi pari, freni la lingua".

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©