Politica / Politica

Commenta Stampa

Sul suo blog Grillo contesta le nomine di Graso e Boldrini

Grillo: "Grasso e Boldrini manifestazione di partitocrazia"

Immediata la replica del Pd

Grillo: 'Grasso e Boldrini manifestazione di partitocrazia'
24/03/2013, 14:19

In un post sul suo blog, il leader del Movimento 5 Stelle ha attaccato i presidenti della Camera e del Senato e i meccanismi attraverso cui sono stati nominati. Secondo Grillo Laura Boldrini e Piero Grasso sarebbero "la più moderna manifestazione della partitocrazia", non essendo stati "democraticamente scelti", ma piuttosto nominati da Pier Luigi Bersani.

Sul blog del leader di M5S si legge "Laura Boldrini e Piero Grasso sono celebrati dai giornaloni e dai partiti come le effigi del cambiamento, il segno del rinnovamento, l'espressione della societá civile (dando così implicitamente per scontato la societá civile non sia mai stata rappresentata). In realtà sono la più moderna manifestazione della partitocrazia. Foglie di fico: brave persone accuratamente selezionate per coprire personaggi che sanno benissimo di essere impresentabili, ma che in questo modo continuano a sopravvivere". "Nè la Boldrini nè Grasso - si legge poco più giù - sono stati democraticamente scelti per il loro attuale ruolo istituzionale attraverso votazione del gruppo parlamentare di appartenenza, come avvenuto per i candidati presidenti del M5S, ma ri-nominati da Bersani".

Alle parole accese di Grillo è seguita l'immediata risposta del PD, con l'intervento del deputato Davide Zoggia, secondo cui è inopportuno che in un momento così delicato per la politica italiana vengano mosse alle alte cariche dello Stato accuse che dimostrano una mancanza di rispetto per il Paese. "Laura Boldrini e Piero Grasso - ha detto Zoggia - sono stati scelti liberamente dal Parlamento eletto dagli italiani. Grillo, dall'alto del suo suv con i vetri oscurati, che infrange tutte le regole senza nemmeno chiedere scusa, è evidente che ha una concezione della democrazia totalitaria: quello che lo mette in difficoltà o che personalmente non lo soddisfa, non va bene".

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©