Politica / Politica

Commenta Stampa

Non ci sarà Casaleggio, vero guru del Movimento

Grillo mercoledì incontra Napolitano:"Salvi il Parlamento"

I grillini dicono di sentirsi come "criceti in gabbia"

Grillo mercoledì incontra Napolitano:'Salvi il Parlamento'
08/07/2013, 19:11

Roma - Mercoledi' alle 12 Beppe Grillo ai due capigruppo 5 stelle, Riccardo Nuti e Nicola Morra, saliranno al Colle per l'incontro con il Capo dello Stato. Non dovrebbe esserci, invece, il vero think tanker del M5S, Gianroberto Casaleggio.
Secondo quanto viene riferito, la delegazione grillina andrà a denunciare "l'affronto" di un Parlamento che ritengono ormai esautorato. Due saranno i punti chiave del colloquio: emergenza economica, con alcuni dati nero su bianco relativi a disoccupazione, consumi e impres, e 'emergenza parlamentare'.
Giorgio Napolitano viene considerato, cosi' spiegano ambienti grillini, "l'unico interlocutore possibile" e percio' sara' "investito da questa responsabilita'". Perche', cosi' riferiscono i 5 stelle, "la maggioranza schiacciante che c'e', finora non ha fatto nulla per la crisi economica". Mentre, sul fronte dell'impasse del Parlamento, si denuncia la volonta' di "modificare i Regolamenti per togliere ulteriore spazio e ruolo all'opposizione". A Napolitano, insomma, si chiede di adoperarsi perche' il Parlamento "non venga smantellato ulteriormente". La delegazione 5 stelle sottoporra' al Presidente della Repubblica anche il problema del progetto di riforma della Costituzione ad opera dei 'saggi', che dovrebbe approdare alle Camera tra luglio e agosto. A Napolitano si chiedera' di fare qualcosa dal momento che, sostengono nel M5S, l'inquilino del Colle "non e' un arbitro, come dovrebbe essere, ma un giocatore", anzi, "il vero capo di questo governo": da qui, riconoscendogli di fatto questo ruolo, la richiesta di entrare nel merito, di intervenire perche' "la barca Italia sta affondando". I grillini dicono di sentirsi come "un criceto nella gabbia dalla quale non si riesce ad uscire" e anche se Grillo ha usato termini forti come "Parlamento tomba maleodorante della seconda Repubblica" e simili, confermano di pensarla esattamente come il loro leader. E vogliono un cambio di passo: o si interviene - e' il ragionamento - o meglio chiudere un Parlamento ormai esautorato. Dopo l'incontro al Colle, al momento, non e' prevista una conferenza stampa di Grillo. Anche se l'ipotesi e' solo "congelata", e quindi non definitivamente esclusa. I parlamentari, tra l'altro, si vedranno domani pomeriggio e potrebbero anche esprimersi su questo. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©