Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Non ha citato M5S parlando delle leggi sulle slot machine

Grillo mette alla gogna Gramellini sul suo blog


Grillo mette alla gogna Gramellini sul suo blog
23/12/2013, 16:19

Ancora una volta un giornalista messo alla gogna sul blog di Grillo (con conseguenti insulti a raffica da parte dei commentatori del blog stesso). Questa volta si tratta di Massimo Gramellini, editorialista e vicedirettore de La Stampa ed ospite fisso della trasmissione "Che tempo che fa" di Fabio Fazio. 
La colpa di Gramellini, viene scritto nella didascalia, è stata quella di aver parlato dell'emendamento che punisce i Comuni che creano ostacoli alla diffusione delle slot machine senza mai nominare il Movimento 5 Stelle, ma di aver dato il merito al solo Renzi. E Grillo aggiunge: "Il polverone mediatico sollevato grazie al M5S ha costretto Renzi a intervenire e il Pd ha messo una toppa dopo 3 giorni, non subito come propaganda Gramellini in diretta televisiva". E quindi GRamellini ha la colpa di "a non citare il M5S parlando della battaglia contro le lobby del gioco d'azzardo, emersa in questa legislatura solo grazie ai cittadini del M5S in Parlamento dopo anni di silenzio omertoso dei partiti, tra cui il pdexmenoelle che neppure qualche mese fa ha votato contro la mozione M5S che cancellava il condono di svariati miliardi di euro ai signori delle slot". 
Tralasciando gli sgorbi grammaticali (se "pdmenoelle" è una stupidaggine da qualsiasi punto di vista, "pdexmenoelle" proprio non si può vedere, fa venire una cosa allo stomaco), c'è da dire che l'emendamento che ha abolito quella norma l'ha presentata il Pd, mentre i grillini si sono ben guardati dal fare qualcosa di concreto in proposito. Insomma, come al solito: i grillini alzano solo polveroni, ma quando si va al sodo, c'è solo il vuoto di proposte. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©