Politica / Politica

Commenta Stampa

Continua la caccia alle streghe interna al Movimento

Grillo scomunica Pizzarotti, che aveva criticato le espulsioni


Grillo scomunica Pizzarotti, che aveva criticato le espulsioni
03/03/2014, 21:22

Non cessa la caccia alle streghe all'interno del Movimento 5 Stelle. E sotto la ghigliottina capita adesso il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti. 

Tutto è iniziato nei giorni scorsi, quando, dopo le espulsioni dei quattro senatori rei di aver criticato il comportamento di Grillo nel confronto in diretta streaming, Pizzarotti aveva commentato sulla sua pagina Facebook: "Questa vicenda mi ha lasciato con l'amaro in bocca e sapendo che i problemi degli italiani sono altri, perdere tempo in spaccature e dissidi interni ci indebolisce e delude tante persone che ci sono vicine", aggiungendo che non aveva capito il motivo delle espulsioni. 

Un intervento che non era stato particolarmente gradito da Grillo. E così, quando Pizzarotti ha lanciato un incontro, da tenersi il 15 marzo, con "gli attivisti che si preparano alla campagna elettorale per le elezioni amministrative", Grillo ha preso la palla al balzo. E così oggi su Twitter il leader del Movimento 5 Stelle prende le distanze dalle iniziative: "L'incontro con i sindaci ed i candidati sindaci M5S organizzato da Pizzarotti a marzo non è stato in alcun modo concordato con lo staff, nè con me". 

A breve giro di posta arriva la risposta, sempre via Twitter, di Pizzarotti: "L'incontro dei candidati e sindaci M5S a Parma è stato organizzato come quello dello scorso anno. Se fare rete non va bene fate voi" 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©