Politica / Politica

Commenta Stampa

Solita sparata violenta, volgare e piena di ignoranza

Grillo: "Sequestriamo tutti i beni dei partiti"


Grillo: 'Sequestriamo tutti i beni dei partiti'
03/12/2013, 17:34

Ancora una volta Grillo usa il suo blog per scagliare insulti a destra e a manca. Questa volta la scusante è la notizia che la Corte dei Conti ha chiesto alla Coirte Costituzionale di dichiarare incostituzionale la legge sui rimborsi elettorali. 
E quindi Grillo spara subito la sua ignoranza: "Si dovrebbe avviare un'azione di sequestro preventivo dei patrimoni immobiliari dei partiti e una sospensione degli stipendi ai loro dipendenti". Peccato che la Corte Costituzionale non può autorizzare niente del genere e la Costituzione rende intoccabili gli stipendi dei parlamentari. A cui seguono gli insulti: "(La Corte Costituzionale) ha la velocità di un gasteropodo quando si tratta dei privilegi dei partiti... La decisione non potrà che essere la restituzione del maltolto allo stato. Ne dubitate? anche un bambino capirebbe che aggirare un referendum è incostituzionale. La domanda è però se la corte costituzionale è costituzionale".
Poi scattano gli insulti al Pd: "Il pdmenoelle (e prima o poi dovrà spiegare quel "menoelle", dato che non esiste una L nella parola Partito Democratico, ndr) è il partito del 'chiagni e fotti', ha come alfieri 'Renzie', che è contro il finanziamento pubblico, ma i soldi dei 'rimborsi' li ha sempre utilizzati, e Capitan Findus Letta, il ballista d'acciaio,che voleva abolire il finanziamento e poi ha incassato una rata di 91 milioni di euro insieme agli altri partiti a luglio. Spende per sedi e stipendi dei suoi impiegati venti milioni all'anno, l'autofinanziamento è di soli otto milioni. Il pdmenoelle (quota ex Ds, ex Pds, ex Pci) dispone di 2.399 immobili che hanno un valore di circa mezzo miliardo di euro affidati a 57 fondazioni che, beffa nella beffa, a cui si può versare il 5 per mille in quanto enti di volontariato".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©