Politica / Politica

Commenta Stampa

“E’ un'ingerenza ecclesiale nella politica”

Grillo “tuona” contro il Meeting di Rimini

Organizzato da Comunione e Liberazione

Grillo “tuona” contro il Meeting di Rimini
21/08/2013, 18:07

RIMINI – L’ex comico genovese, Beppe Grillo, oggi  leader  del Movimento 5 stelle,  entra in polemica  con  gli organizzatori del Meeting dell'amicizia di Rimini, dopo aver definito la kermesse estiva di Comunione e Liberazione "una ingerenza ecclesiale nella politica".

La “miccia” si è accesa dopo la risposta del portavoce del Meeting Stefano Pichi: "Per noi il bene comune è una cosa seria" e  dei due ministri , delle Infrastrutture Maurizio Lupi (Pdl) e della Difesa Mario Mauro (Scelta civica).

"Quello che mettiamo in pratica al Meeting è un metodo e non è la sponda ad un uomo politico o di un partito, ma rende possibile a chi partecipa misurare la verità delle cose. Andare a vedere come effettivamente stanno le cose esorbita dalla propaganda, dalla mistificazione e dal tentativo di qualcuno di alterare il senso della realtà", ha detto Mauro.

Più secco Lupi: "Alle stupidate di Grillo sparate dal lettino di una comoda beauty farm, dopo essersi rilassato al sole della Sardegna, preferisco non rispondere".

Grillo ha attaccato soprattutto il dibattito politico che viene innestato ogni anno dagli incontri al tradizionale appuntamento di fine agosto a Rimini:  “Comunione e Fatturazione è un'ingerenza ecclesiale nella politica. Chi la protegge fa carriera, diventa un intoccabile, e Cl ricambia sempre con affetto peloso. Rimini è una città martire. Invasa ogni anno dalle truppe cammellate di democristiani vecchi e nuovi. I suoi abitanti ci lanciano un grido di dolore. Liberiamola e liberiamo l'Italia", ha scritto sul suo Blog.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©