Politica / Parlamento

Commenta Stampa

GUERRA IN FORZA ITALIA: COSENTINO SCHEGGIA IMPAZZITA?


GUERRA IN FORZA ITALIA: COSENTINO SCHEGGIA IMPAZZITA?
25/01/2008, 17:01

“La caduta del Governo Prodi, non ha responsabilizzato alcuni esponenti della classe dirigente di Forza Italia a Napoli. E’ il caso del coordinatore regionale on. Nicola Cosentino, che forse non convinto della imminente campagna elettorale, continua a negare una politica di coesione interna a Forza Italia”.

Così il vicepresidente del Gruppo di Forza Italia in Regione Campania Luciano Passariello.

“E’ gravissimo –  ha dichiarato Passariello – che Cosentino nella convocazione formale ai consiglieri Comunali di Napoli, circa la presenza del Presidente on. Berlusconi alla convention degli Italiani nel Mondo di oggi a Napoli, escluda volontariamente i consiglieri Comunali Ciro Signoriello e Umberto Minopoli. Ricordo all’on. Cosentino, se mai volesse addurre a giustificazione la immotivata sospensione dei due consiglieri di qualche mese fa, che in base allo Statuto interno di Forza Italia, il suo gesto, non trova alcuna motivazione valida. Lo statuto prevede infatti che, in mancanza entro sessanta giorni, di comunicazioni della commissione dei probiviri, l’iscritto è automaticamente reintegrato nel suo status originario. Immagino che a Cosentino questo particolare non sfugga”.

“Questo accanimento  - aggiunge Passariello - mortifica il serio lavoro che essi svolgono in Consiglio Comunale. Segnalerò con forza l’accaduto ai vertici del partito a Roma. Così non si costruisce nulla, e questi sono atti di grave irresponsabilità politica, oltre che celare male, evidentemente, personalismi inutili.”

“Chiedo ai Consiglieri Signoriello e Monopoli  - conclude l’esponente regionale azzurro - di essere presenti alla premiazione del nostro Presidente Berlusconi, dimostrando, laddove purtroppo manca, senso di responsabilità e grande maturità politica”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©