Politica / Politica

Commenta Stampa

Confermata alleanza durante la conferenza stampa

Hollande e Monti:“Siamo molto uniti, per una politica unita”


Hollande e Monti:“Siamo molto uniti, per una politica unita”
03/12/2012, 16:07

LIONE – Durante l’annunciata conferenza stampa, Francois Hollande e Mario Monti hanno riconfermato la loro fiducia e la disponibilità a collaborare: “Siamo molto uniti e anche convergenti per una politica unita: per questo abbiamo sottoscritto il progetto Torino-Lione, che è importante per entrambi i nostri Paesi”, è quanto ha dichiarato il Presidente francese .
E in riferimento alla politica dell’ Ue, Monti ha così spiegato: “Abbiamo l'obiettivo di costruire un'Europa efficace e non retorica. Cerchiamo insieme di facilitare le riunioni del Consiglio Ue in modo che si arrivi a decisioni concrete, senza bisogno di rinviare. L'Europa non ha bisogno di rinvii, ma di decisioni concrete”. Un incontro che è servito a consolidare l’alleanza, sottolineata anche dalle parole di stima che il presidente Hollande ha avuto per il Professore: “Mario Monti fa molto per il suo Paese ma anche per l'Europa: vorrei dire semplicemente a Mario Monti che è un grande uomo”. Fissato per il 2013 a Torino il prossimo incontro per la realizzazione della TAV Torino-Lione

Aggiornamento a cura di Rosa Alvino




LIONE – E’ previsto per le ore undici l’incontro tra il presidente della Repubblica francese Francois Hollande ed il premier Mario Monti. Al centro del confronto: l’accordo per la costruzione della nuova linea ferroviaria Torino Lione. 
In vista di nuovi scontri e manifestazioni, sono già state attivate misure di sicurezza più restrittive.
Infatti, l’intento è quello di sorvegliare il territorio anche in previsione dell’imminente manifestazione dei “No Tav”, prevista per il pomeriggio. Saranno numerosi i cittadini italiani e francesi che si riuniranno nel centro di Lione per protestare contro la Tav.
Indicata come zona rossa la sede dell’incontro politico, maggiori controlli sono stati fatti dalla polizia tra i passeggeri italiani che hanno raggiunto, già da ieri sera, le stazioni ferroviarie di Lione.
Il timore da scongiurare è quello di infiltrazioni di cellule violente tra i manifestanti, come è accaduto recentemente.
Altro punto per l’ordine del giorno, sarà quello di stabilire la nuova società italo-francese che annuncerà le gare d'appalto per la costruzione della galleria da 57 chilometri, quella galleria che collegherà la Val di Susa alla valle francese della Maurienne, attraversando il Moncenisio. 
Il presidente dell'Osservatorio tecnico sulla Torino Lione, Mario Virano, si dichiara fiducioso e deciso: “La decisione è presa, siamo ben oltre il punto di non ritorno”.
Per il nostro Premier questo sarà un passo fondamentale: “ E’ un investimento strategico per il futuro del nostro Paese in termini di maggiore competitività, di abbattimento delle distanze, di prospettive di sviluppo”. 
Tra poco, Francois Hollande ed il premier Mario Monti si confronteranno anche sul prossimo Consiglio europeo di Bruxelles, atteso per la metà di dicembre, sul bilancio Ue e sullo spinoso argomento dell’emergenza occupazione.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©