Politica / Regione

Commenta Stampa

Non piace l'ipotesi Narducci, Rinaldi: Ma intesa va avanti

I centri sociali “Insurgencia…no” contro Luigi de Magistris

Il pm accusò i manifestanti di avere rapporti con la camorra

.

I centri sociali “Insurgencia…no” contro Luigi de Magistris
09/06/2011, 13:06

NAPOLI - Non sono ancora stati ufficializzati i nomi dei nuovi assessori che andranno a comporre la giunta comunale a Palazzo San Giacomo ma già iniziano le polemiche proprio all’interno della coalizione che ha appoggiato il neosindaco di Napoli Luigi de Magistris. Ad accendere la miccia delle esplosive dichiarazioni di alcuni esponenti delle liste che hanno sostenuto il sindaco è l'ipotesi di nomina del pm Giuseppe Narducci ad assessore alla Sicurezza. Ipotesi che non va giù al centro sociale Insurgencia ed agli esponenti dei movimenti contro la discarica di Chiaiano. Il magistrato Narducci ,infatti, è noto "non solo per le inchieste che hanno coinvolto Nicola Cosentino ed il clan dei casalesi e Luciano Moggi nell’affare Calciopoli, ma anche per una serie di inchieste e procedimenti giudiziari contro i movimenti napoletani". In particolar modo Narducci è titolare dell’assurda inchiesta in merito alle manifestazioni contro la discarica di Chiaiano del 23 maggio 2008, quando le forze dell’ordine con inaudita violenza ed
efferatezza hanno attaccato per due giorni il Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano e Marano.
Il teorema di Narducci, già smontato nelle fasi processuali, era quello di una connivenza tra manifestanti ed ambienti della criminalità organizzata rispetto alle manifestazioni a Chiaiano.
L’attacco dei movimenti al magistrato è chiaro e frontale. In una nota scritta dagli appartenenti ai centri sociali si legge l’espressione di grande disappunto in merito all’ipotesi di nomina di Narducci poiché il sostegno a de Magistris era stato dato proprio sulla base della convinzione che “ogni deriva giustizialista fosse stata messa da parte alla luce di un progetto politico nuovo ed alternativo”.
Sul tema è intervenuto anche Pietro Rinaldi consigliere comunale della Lista Civica Napoli è Tua, proprio la lista di de Magistris, vicino agli ambienti dei centri sociali e dei manifestanti dei comitati antidiscarica (la redazione di JulieItalia ha avuto modo di intervistare telefonicamente: guarda il video)
che si è espresso in termini forti circa il profondo disaccordo in merito alla possibile scelta di Narducci in qualità di assessore ma che ha comunque ribadito il suo appoggio al sindaco de Magistris “il sindaco dovrebbe essere della nostra stessa opinione in merito ai procedimenti di Narducci, visto che proprio de Magistris da europarlamentare firmò l’appello di solidarietà agli attivisti colpiti dalla repressione nel marzo del 2010”, ma che ha tenuto a ribadire il suo appoggio al sindaco de Magistris .
In risposta alle polemiche sollevate dai centri sociali in merito alla nomina di Narducci che secondo i militanti sarebbe assolutamente contrario alle lotte dei movimenti, de Magistris ha espresso la sua opinione favorevole circa i dibattiti nella coalizione ma ha ribadito che sarà solo il sindaco a decidere della sua giunta.

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©