Politica / Politica

Commenta Stampa

Sotto accusa la proposta di allearsi col Pd

I grillini contro Orellana (M5S): in arrivo un'altra epurazione?


I grillini contro Orellana (M5S): in arrivo un'altra epurazione?
04/09/2013, 11:59

ROMA - Brusco declino all'interno del Movimento 5 Stelle per il senatore Luis Orellana: tre mesi fa era competitore di Morra per il posto di capogruppo di partito al Senato; adesso rischia l'espulsione. 
E tutto per una frase semplice e chiara: "Per me il dialogo si basa su un'ipotesi di governo a 5 Stelle. Ma noi siamo solo 50 e dobbiamo dialogare con altri che hanno la maggioranza in questo Parlamento. Ad aprile scorso, con Vito Crimi e Roberta Lombardi, non abbiamo proprio fatto questo? Io non so se questa è la soluzione, ma non dobbiamo andare con i paraocchi e dire no a priori". Una contatazione oggettiva, ma che gli ha attirato le ire del partito. Come dimostra questo intervento messo in evidenza oggi sul blog di Grillo: "Ma davvero Orellana vuol fare lo scilipote (sic!)? Ho votato M5S (e, fino ad ora, sono molto soddisfatto del voto dato ad un movimento di vera opposizione, cosa che mancava da almeno 20 anni), cioè ho dato il mio voto al MoVimento che si è impegnato a non fare alleanze con questi partiti. Non voglio che senatori eletti nel M5S mi facciano rientrare dalla finestra un partito (il PD) a cui ho sbattuto la porta in faccia, con ottime ragioni. Inutile aggiungere che in caso di convergenza col PD il mio voto al M5S sarebbe perso per sempre! Tutte le persone che conosco e che hanno votato M5S la pensano esattamente come me circa le sciagurate convergenze (spero solo ipotetiche) tra M5S e PD, che trascinerebbe inevitabilmente il MoVimento nella melma piddina (una notte in cui tutti i gatti sono bigi, fatta di spesa bellica, missioni c.d. "di pace", TAV, grandi opere, inceneritori, privatizzazioni, flessibilizzazioni, precarizzazione, tagli con l'accetta alla spesa sociale, dittatura del "più Europa", sudditanza a banche e sistema finanziario, etc. etc. etc.). 
APPELLO A TUTTI GLI ELETTI NEL M5S: ricordatevi che "Uno vale Uno", ma che una volta eletti nelle assemblee rappresentative non potete credervi "più Uno degli altri": Dovete farvi carico delle istanze di quasi nove milioni di persone che hanno contribuito a delegarvi. Avete il preciso dovere di tenere fede agli impegni fondamentali presi". 
Poichè il blog è usato anche per preparare gli eletti alle sanzioni grilline (preparate soprattutto a suon di insulti), è facile immaginare su chi si appunteranno gli strali degli influencers di Casaleggio nei prossimi giorni. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©