Politica / Parlamento

Commenta Stampa

I Monarchici sollevano la questione carceri e senza tetto


I Monarchici sollevano la questione carceri e senza tetto
06/01/2010, 14:01

Il Partito della Alternativa Monarchica comunica di ritenere che la grave situazione in cui si trovano i senza tetto e i carcerati, schiacciati dalla non-politica sociale della Repubblica Italiana, potrebbe trovare una parziale soluzione nell’utilizzo delle molte ex caserme presenti sul territorio nazionale. Molte caserme, a seguito della abolizione delle leva nelle Forze Armate, sono vuote e quindi potrebbero essere facilmente trasformate in dormitori per i senza tetto e in carceri per coloro, tra i criminali non pericolosi, che hanno ricevuto condanne lievi. Tale soluzione permetterebbe allo Stato di non dover investire nella edificazione di nuovi edifici carcerari e dormitori pubblici, ai cittadini di pagare meno tasse e alle comunità dei luoghi in cui sono presenti le molte caserme ora vuote, di rilanciare la microeconomia locale. Le caserme, come generalmente noto, sono strutturate in modo da essere difendibili dagli attacchi esterni e anche da non consentire a chi vi è alloggiato, di poter scappare; Inoltre sono già munite di camerate, cucine e servizi igienici; Da ciò consegue la loro idoneità all’utilizzo in funzione di carceri e anche di dormitori per i senza tetto, i quali sarebbero meglio protetti dal Generale Inverno che continua a mietere le sue vittime.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©