Politica / Napoli

Commenta Stampa

I Verdi ricordano Vassallo a Napoli e chiedono al Sindaco De Magistris d'intitolargli una strada o una piazza


I Verdi ricordano Vassallo a Napoli e chiedono al Sindaco De Magistris d'intitolargli una strada o una piazza
06/09/2012, 17:09

Verdi ricordano Vassallo a Napoli e chiedono al Sindaco De Magistris di intitolargli una strada o una piazza. Attacco frontale al Presidente della Provincia Cesaro. Bonelli: " mi aspetto interessamento diretto dei Ministri competenti all' inchiesta che non è arrivata a nulla dopo 2 anni. Preoccupato per nuova emergenza rifiuti". Attanasio: " Giù le vele a Scampia tranne una dove spostare Soprintendenza e Prefettura. Gizzi sarà sostituito a giorni". ------
 
"Finchè non saranno arrestati i colpevoli del delitto di Angelo Vassallo - dichiarano il Presidente Nazionale dei Verdi Angelo Bonelli assieme al segretario cittadino del Sole che Ride Vincenzo Peretti durante il ricordo di stamane al Gambrinus dello storico esponente salernitano degli ecologisti campani ucciso 2 anni fa - il Sindaco di Pollica morirà ogni giorno. Chiediamo ai Ministri dell' Interno e della Giustizia di seguire personalemente l' inchiesta e di chiedere alle forze dell' ordine e alla Magistratura di ottenere risultati più concreti dopo anni di indagini. Non possiamo accettare che ancora oggi non si è arrivati a scoprire chi ha commesso questo delitto mostruoso.
Oggi siamo molto preoccupati anche per la situazione dei Rifiuti in Campani dopo l' ennesimo ammonimento UE e vedendo stamattina di nuovo alcuni cumuli di rifiuti per Napoli. La Regione infatti non ha ancora realizzato un solo sito di compostaggio e continua ad ipotizzare di aprire discariche nella provincia di Napoli come quella del Castagnaro nell' area flegrea o ancora a Terzigno. Senza parlare della situazione vergognosa di Acera dove in 6 mesi ci sono stati due roghi tossici in zone che dovrebbero essere protette addirittura dall' esercito".
"Le Vele di Scampia - hanno spiegato il capogruppo dei Verdi al Consiglio Comunale di Napoli Carmine Attanasio con il commissario campano del Sole che Ride Francesco Emilio Borrelli - devono essere abbattute tutte. Una sola a nostro avviso dovrebbe rimanere in piedi per ospitare uffici statali come la Prefettura e la Soprintendenza, liberando contestualmente alle funzioni naturali gli edifici di piazza del Plebiscito. Gizzi tra pochi giorni dovrebbe andare via ed essere sostituito dall' attuale Soprintendente di Ancona Giorgio Cozzolino. Siamo certi che il nuovo Soprintendente tutelerà in modo diverso e migliore il patrimonio artistico, paesaggistico e monumentale della città.
Abbiamo deciso di proporre al Sindaco di Napoli e al Consiglio comunale di intitolare una strada o una piazza ad Angelo Vassallo possibilmente in una zona di mare e pesca".
"Vassallo è morto ed era un simbolo positivo della Campania - concludono Fausto Colantuoni e Marco Gaudini dei Giovani Verdi - mentre oggi noi ci troviamo con simboli a nostro avviso indecorosi come quello del Presidente della Provincia Luigi Cesaro che ci ha fatto fare una figuraccia mondiale sul WUF. Noi vogliamo sapere come un uomo che stenta a scrivere e a leggere si sia potuto laureare in Giurisprudenza alla Federico II e quali professori lo abbiano promosso agli esami. Inoltre vogliamo sapere se questi stessi docenti hanno ottenuto negli anni incarichi e nomine da parte dello stesso cesaro o suoi familiari".
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©