Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il parlamentare attacca Pdl e Idv

Iannuzzi: "Mozione Pdl, è un grave precedente"


Iannuzzi: 'Mozione Pdl, è un grave precedente'
04/02/2009, 18:02


“Il Pd è fortemente contrario alla mozione presentata dal Pdl che chiede la rimozione del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino nonché alla mozione dell’Idv che chiede elezioni anticipate a Napoli”. Così è intervenuto alla Camera il deputato del Pd, segretario regionale della Campania, Tino Iannuzzi che ha aggiunto: “con questo atto la Camera si macchia di un brutto precedente che mette in discussione il principio costituzionale di autonomia dei Comuni”. “La mozione del Pdl - ha proseguito il segretario regionale - pretende con arroganza e assenza di ogni senso delle istituzioni di far dipendere la vita di organi democraticamente eletti non già dalla volontà libera del Consiglio comunale, ma da un atto esterno del tutto inammissibile, improponibile e privo di qualsiasi fondamento. Non ricorrono infatti in alcun modo i gravi motivi di ordine pubblico per la rimozione del sindaco, e lo dimostra il fatto che la mozione del Pdl indica con assoluta grossolanità e approssimazione giuridica fatti irrilevanti e inidonei a produrre lo scioglimento del Consiglio comunale. Con un precedente gravissimo si utilizzano strumenti parlamentari per sollevare unicamente questioni politiche amministrative. Del resto è significativo, ma anche grottesco che il Governo ha bollato la sua maggioranza esprimendo parere contrario sulla mozione proprio per la sua totale insostenibilità istituzionale. Sul piano politico - ha continuato Iannuzzi - il sindaco Iervolino con il recente rimpasto ha ottenuto piena fiducia e sostegno in Consiglio comunale, unica sede che può sancire la vita e la fine della amministrazione cittadina. Per queste ragioni il sindaco è pienamente legittimato a proseguire la sua azione ed il Pd la sosterrà affinché siano prodotti atti di buongoverno e buona amministrazione nell’interesse della città di Napoli. Siamo nettamente contrari - conclude Iannuzzi - alla mozione del Pdl nonché a quella dell’Idv che si è prestata, con spirito fazioso, a cavalcare la via della strumentalizzazione politica in sede parlamentare senza alcun rispetto del ruolo della Camera e dell’autonomia dei Comuni”.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©