Politica / Regione

Commenta Stampa

Il segretario regionale rieletto all'unanimità

Idv, Formisano: “Ridefinire in termini costruttivi il rapporto col Pd”


.

Idv, Formisano: “Ridefinire in termini costruttivi il rapporto col Pd”
27/09/2010, 16:09

NAPOLI - ''Le ultime vicende del Partito democratico fanno emergere una situazione di lacerazione interna al partito, ma l'Idv, lontano dall'approfittare di questa fase, che vive il partito guidato da Bersani, ha il dovere di aiutare il Pd a superare questo momento di difficolta' e bene ha fatto il presidente Di Pietro a ribadire che come Idv rispettiamo i risultati congressuali e gli assetti che ne sono derivati''. E' quanto afferma il segretario regionale campano dell'Idv Nello Formisano intervenendo, al terzo congresso regionale, che lo vede unico candidato all'elezioni per il rinnovo della carica, la cui elezione avverra' domani mattina ''E' doveroso tracciare percorsi per ridefinire in termini costruttivi il rapporto con il Pd ,tenendo fede ai principi, ma duttili nelle modalita' di approccio e di esternazione. Nel quadro di difficolta' politica che si registra l'Idv - sottolinea Formisano - puo' svolgere un ruolo importante, che rappresenta la forza piu' fresca oggi esistente nel centrosinistra. Italia dei lavori, grazie al presidente di Pietro e al lavoro assiduo e oscuro di tanti dirigenti, e' diventato un grande partito, dal quale non puo' prescindere chiunque voglia costruire , in modo non velleitario, l'alternativa all'attuale governo''. ''Un governo, quello di Berlusconi, che e' in agonia e che e' espressione di una maggioranza spaccata, la cui debolezza determina arroganza negli atteggiamenti quotidiani. Il governo nazionale, che continua - aggiunge il segretario regionale - a spargere ottimismo a piene mani, ma non fa nulla per alleviare le conseguenze della crisi, sia perche' manca di progetto di sviluppo, sia perche' ha sperperato le risorse disponibili in misure clientelari e in mance elettorali, il cui ritorno economico e' pari a zero. Inoltre il discorso di fini a Mirabello ha sancito la fine del Berlusconismo e la nascita di una destra europea''. ''L'opposizione non ha trovato ancora un leader, ne' una visione strategica che riempiano il vuoto lasciato da Romano prodi e si perde in tatticismi e politicismi che non propongono soluzioni adeguate alle problematiche del Paese. In questo contesto- conclude Formisano - il nostro partito ha un ruolo cruciale e determinante per l'evoluzione della situazione politica e la festa di Vasto ne e' stata la dimostrazione politica.'' (Adnkronos)

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©