Politica / Regione

Commenta Stampa

Conferenza stampa nella sede regionale Idv

Idv: Napoli, trenta azioni e otto 'verbi' per la città


.

Idv: Napoli, trenta azioni e otto 'verbi' per la città
27/11/2010, 13:11


NAPOLI - Trenta azioni di 'valore' per Napoli contenute nel documento programmatico 'Napolisarà' articolate su otto verbi: lavorare, respirare, sapere, garantire, innovare, reagire, partecipare, immaginare, è stato presentato questa mattina nella sede regionale campana di Italia dei Valori nel corso di una conferenza stampa. Il documento, stilato al termine di una giornata seminariale, organizzata dal coordinamento cittadino di Napoli del partito, durante la quale sono state discusse le linee guida del programma di governo per la città, contiene, in particolare, idee per occupazione, sviluppo, vivibilità, risoluzione emergenza rifiuti con il no al Termovalorizzatore, svecchiamento della pubblica amministrazione, piano per il completamento delle opere pubbliche, Erasmus del lavoro per i giovani, asilo nido negli enti pubblici, chiusura al traffico del centro storico, trasporto pubblico gratuito e liberalizzato, carta sconto per i poveri, individuazione rappresentante della città di Napoli nella Commissione paritetica per il federalismo fiscale. "Quel che è emerso dal seminario è il contributo programmatico che Italia dei Valori vuole portare in dote alla coalizione per le prossime elezioni amministrative a Napoli", il commento del parlamentare Aniello Formisano, segretario regionale campano di Italia dei Valori, durante la conferenza stampa a cui hanno partecipato anche i capigruppo al Comune e alla Provincia di Napoli, Francesco Moxedano e Caterina Pace e il segretario cittadino di Napoli, Vincenzo Ruggiero. "Sui rifiuti - ha aggiunto Formisano- continuiamo a registrare le eco-balle del premier, che ieri è stato a Napoli a vendere fumo per l'ennesima volta. Per questo, lunedì mattina tutti, i parlamentari di Idv con il presidente Di Pietro saremo a Chiaiano e Terzigno per manifestare la nostra solidarietà alle comunità locali". "Tracciate queste linee guida - ha spiegato Ruggiero - adesso si aprirà una fase di confronto sui singoli temi con le forze sociali e politiche della città. A noi non piace perderci dietro le alchimie di una politica che a Napoli è diventata incomprensibile non solo ai cittadini, il che è già gravissimo, ma persino a quei pochi che frequentano le segrete stanze dei palazzi".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©