Politica / Regione

Commenta Stampa

Ma il Pdl protesta per la presenza di rom al voto

Ignazio Marino stravince le primarie per il sindaco di Roma


Ignazio Marino stravince le primarie per il sindaco di Roma
08/04/2013, 09:36

ROMA - Sarà Ignazio Marino il candidato sindaco del Pd alle elezioni a Roma. L'hanno deciso le primarie, che hanno visto il medico affermarsi con oltre il 50% dei voti, mentre David Sassoli si è fermato intorno al 25% e Paolo Gentiloni è al 10%. Gli altri tre candidati si sono divisi il resto: Gemma Azuni è arrivata intorno al 5%, Patrizia Prestipino è arrivata intorno al 3%, mentre Mattia Di Tommaso è al 2%. Tutti questi dati sono basati sugli exit poll, i risultati definitivi sono attesi tra un giorno o due. 
Ma è scoppiata la polemica del Pdl e dei renziani perchè ci sono delle foto dove si vedono dei rom che stanno votando. Come la renziana Cristina Alicata, che su Facebook ha scritto: "Le solite incredibili file di Rom che quando ci sono le primarie si scoprono appassionatissimi di politica". Ricara la dose il senatore Andrea Augello del Pdl: "Non c'è bisogno di insinuare una compravendita dei voti dei rom per spiegare la loro massiccia presenza ai seggi del Pd: la spiegazione sia più semplice. E' che alcune associazioni e cooperative che hanno visto come fumo negli occhi la costante azione di difesa della legalità della giunta Alemanno con la chiusura di vergogne nazionali, come i campi di Tor dè Cenci e Casilino 900, e stanno mobilitando i campi nomadi per far pesare i loro voti sul vincitore". 
Il Pd replica: "Storace e Augello tentano di denigrarci utilizzando la loro cultura parafascista contro il voto degli immigrati, in particolare dei rom. La coalizione 'Roma Bene Comune' fa votare gli immigrati, regolarmente residenti, perché li considera cittadini di Roma. Evidentemente, le nostre primarie danno fastidio a chi, da anni, le annuncia senza avere il coraggio e la capacità di organizzarle. A Roma le irregolarità e gli scandali sono quelli del sindaco Alemanno: il centrodestra di dedichi a questo"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©