Politica / Regione

Commenta Stampa

"Il caso Campania": le sorti del Pd e di Bassolino


.

'Il caso Campania': le sorti del Pd e di Bassolino
01/04/2009, 10:04

"Il caso Campania: resoconto di una discussione": è il titolo del saggio supplemento della rivista di cultura e attualità "Infiniti mondi", diretta da Gianfranco Nappi, attuale capo della segreteria politica del governatore della Campania Antonio Bassolino, entrambi protagonisti del dibattito tenutosi ieri nella Sala Conferenze di Palazzo Armieri. Il testo ha offerto per la seconda volta, dopo la presentazione ufficiale del 19 febbraio scorso, l'occasione per un dibattito che ha abbracciato tre temi principali: le sorti del Partito democratico nell'era post Veltroni, al momento fortemente penalizzato da quelle che Nappi ha definito "conseguenze sintomatiche di una caduta del rapporto tra cittadini e società"; il Mezzogiorno, che fu già tra i punti di forza della campagna elettorale di Bassolino nel 2005; e infine le proposte per superare l'impasse prodotta dalla crisi. "Che degli amministratori esprimano vicinanza al mondo del lavoro e concordino che sia necessaria una svolta nella politica economica del governo nazionale sembra una cosa del tutto giusta": così Bassolino, a margine del dibattito, ha commentato le polemiche sollevate dalla sua scelta di sottoscrivere l'appello della Cgil e di partecipare alla manifestazione sindacale del 4 aprile, bollata come "una palese violazione del ruolo istituzionale dal segretario generale della Cisl Campania Pietro Cerrito e da Anna Rea, segretario generale della Uil Campania. Alle critiche il governatore ha replicato con la necessità di esprimere "la più ampia unità delle organizzazioni sindacali".

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©