Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Felici il sindaco Alemanno e il leghista Calderoli

Il Cdm approva il decreto per Roma Capitale


Il Cdm approva il decreto per Roma Capitale
17/09/2010, 11:09

ROMA - In corrispondenza con i festeggiamenti per i 140 anni di Roma Capitale (lunedì 20 settembre si commemorerà la presa di Roma, avvenuta nel 1870) ecco che il Consiglio dei Ministri di oggi sforna il decreto per Roma Capitale. Una scelta che ha visto l'abbraccio tra il sindaco di Roma Gianni Alemanno e il sindaco leghista Roberto Calderoli. E' lo stesso Alemanno a spiegare gli effetti del decreto: "Questo è il primo passo necessario ed importante per fare in modo che la nostra città abbia una governance adeguata non solo al ruolo di capitale d'Italia, ma anche al suo valore internazionale. Nasce l'assemblea capitolina mentre con il prossimo decreto saranno definiti i nuovi poteri di Roma Capitale, in accordo con Regione e Provincia. Ora attendiamo il codice delle autonomie per chiudere la questione del numero dei consiglieri ed altri aspetti delle città metropolitane. Poi si farà il rimpasto. E' una questione di pochi mesi. E' stato confermato il tetto massimo di 15 municipi e la possibilità per gli assessori di rientrare come consiglieri se decadono da loro incarico e la procedura di urgenza nell'attività dell'assemblea capitolina su alcuni determinati provvedimenti. Ringrazio l'opposizione ed il Pd che ha appoggiato questo processo".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©