Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il CDM rifiuta di sciogliere la Giunta di Fondi


Il CDM rifiuta di sciogliere la Giunta di Fondi
09/10/2009, 12:10

Il Consiglio dei Ministri, che si è tenuto oggi, ha respinto la proposta del Ministro degli Interni Roberto Maroni di sciogliere il Consiglio comunale di Fondi, in provincia di Latina, per infiltrazioni mafiose. Ci sarà solo il commissariamento della Giunta perchè nei giorni scorsi il sindaco si è dimesso. Secondo Stefano Pedica, esponente dell'Italia dei Valori, l'ha fatto solo per potersi ripresentare alle prossime elezioni che si svolgeranno a marzo; e come luigran parte della sua giunta. Il leader del suo partito, Antonio Di Pietro, è andato oltre, chiedendo le dimissioni di Maroni: "Si è confermata la collusione tra mafia e politica".
Oggi il Consiglio dei Ministri ha anche approvato le norme sul lavoro pubblico, che prevedono una differenziazioni degli stipendi, in base a quanto deciso dai dirigenti, basandosi - almeno in teoria - sul merito e sull'efficienza dei dipendenti. Inoltre sono fissate nuove regole per i concorsi, rafforzata la presenza dell'ARAN (Agenzia per la RAppresentanza Nazionale della Pubblica Amministrazione).
Il governo parla di introduzione della meritocrazia nel settore pubblico e di avvicinamento al settore privato, ma sembra solo un modo per angariare ancora di più i sottoposti scomodi.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©