Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Nei piani del Pd c'è anche l'accordo con l'Udc di Casini

Il centro sinistra nel Lazio cerca l'anti Polverini


Il centro sinistra nel Lazio cerca l'anti Polverini
17/12/2009, 19:12

ROMA - In queste ore si intensificano le trattative per cercare di chiudere la partita il prima possibile, magari entro domenica per cercare il candidato alla presidenza della Regione Lazio. Un candidato che sia in grado di sfidare Renata Polverini che è candidata per il centro destra.
Arduo il compito del Pd che da un lato deve convincere Zingaretti a candidarsi (pubblicamente il diretto interessato ha sempre detto "no") e dall'altro deve sciogliere il nodo dell'Udc. Il partito di Casini, accreditato di un 8% agli ultimi sondaggi, è una pedina fondamentale e necessaria al centrosinistra per sperare di giocarsela.
Per i democratici, infatti, l'attuale presidente della Provincia di Roma è l'unico ritenuto all'altezza di una sfida di così alto livello e a dimostrarlo ci sono dei sondaggi che lo danno vincente anche contro il segretario dell'Ugl, oltre alle tante dichiarazioni pubbliche dei colleghi di partito.
Di fronte a questo quadro ci sono poi da convincere anche le parti più estreme del centrosinistra, con Prc e Pdci che chiedono di fermare le pressioni su Zingaretti. Sinistra e libertà invita poi a "non violare il patto con gli elettori". L'Idv, dal canto suo, non ha mai nascosto la sua avversione all'Udc e sui tavoli fa contare il proprio peso di voti, più o meno lo stesso di quello dei centristi. Anche il tradimento del patto elettorale con i cittadini, poi, sarebbe ormai un'arma spuntata contro Zingaretti, dal momento che lo stesso Pdl ha candidato ad esempio Giuseppe Scopelliti, riconfermato da due anni sindaco di Reggio Calabria, alla presidenza della Regione.
Restano più indietro, di fronte all'accelerazione imposta dal centrodestra, i nomi di Enrico Gasbarra (che dal canto suo ha sempre detto di volersi dedicare agli impegni nazionali) e di Giovanna Melandri, che pure potrebbe dar vita a una sfida tutta rosa. Mentre Pasquale Laurito nella sua Velina rossa riferisce che "si parla con insistenza della candidatura nel Lazio di Walter Veltroni, del quale è stato notato un grande attivismo a livello di base".

Commenta Stampa
di Mario Aurilia
Riproduzione riservata ©