Politica / Politica

Commenta Stampa

Il direttore di Gay.it rinuncia alla candidatura

Era posizionato nelle liste di Mario Monti in Toscana

Il direttore di Gay.it rinuncia alla candidatura
17/01/2013, 10:06

Si sente “vittima di un tritacarne”. E allora decide di abbandonare la corsa. Alessio De Giorgi, candidato alle prossime elezioni con Mario Monti in Toscana ha annunciato il suo ritiro sul suo sito Gay.it. Non ha retto alle critiche che gli sono state mosse “con una intensità inaudita e non applicata a nessun candidato della prossima competizione elettorale”. De Giorgi punta il dito contro chi ha preferito concentrarsi sulla sua persona, anziché sui temi: “Una operazione questa che ha puntato i riflettori sulla mia persona ed ha spostato completamente l'attenzione sia da una costruttiva campagna elettorale incentrata sui reali bisogni di questo paese che sono ben altri, sia da una discussione serena e non ideologica sui temi dei diritti a me così cari e proprio in nome dei quali è stata chiesta la mia candidatura”. Il direttore di Gay.it non perde però le speranze sul futuro: “Continuerò comunque a lottare perché un giorno una candidatura come la mia, con la mia storia imprenditoriale, possa avere diritto di cittadinanza, insieme ai temi che avrei portato in Parlamento. Le persone cui stanno a cuore i diritti formali e sostanziali, di destra e di sinistra che siano, credo che oggi debbano porsi qualche domanda seria sul diritto di qualunque cittadino italiano ad essere eletto in Parlamento senza essere sottoposto a questa gogna mediatica”. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©