Politica / Parlamento

Commenta Stampa

E' Antonio Sicignano a parlarne

Il gesto di Salvini nasconde una guerra intestina all’interno della Lega


Il gesto di Salvini nasconde una guerra intestina all’interno della Lega
11/07/2009, 17:07

«La vicenda di Salvini nasconde una guerra intestina all’interno della Lega Nord, fra coloro che vogliono importare il partito della Lega in tutta la penisola e coloro che, invece, hanno paura di ciò e sostengono la necessità di un partito esclusivamente regionale» così ha commentato Antonio Sicignano, vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania, le recenti polemiche sollevate dal deputato della Lega, Matteo Salvini, che in un video di youtube, intonava un coro contro i napoletani. «Il gesto del deputato leghista Matteo Salvini, che ha intonato cori contro i napoletani, - spiega Sicignano - non è solo il solito pregiudizio antimeridionalista di un leghista, ma un “vero e proprio” tranello giocato ai napoletani, perché anche all’interno della Lega Nord v’è chi ha paura che il partito leghista cresca in Campania. E così, probabilmente, solo per far fallire la Lega al sud, si tenta di animare, con questi squallidi comportamenti, lo scontro tra Nord e Sud. Uno scontro che, in realtà, la Lega alle ultime elezioni ha già mostrato di superare presentando liste e candidati autorevoli anche al sud». Conclude Sicignano: «il gesto di Salvini è sicuramente da condannare, ma forse la migliore risposta che si potrebbe dare a costui è quella di smascherare le sue intenzioni. Sinceramente non ho mai votato Lega Nord, ma è impossibile sottovalutare i 13700 voti raccolti dalla Lega in Campania e credo che probabilmente dietro il gesto di Salvini c’ è una parte della Lega che ha paura dell’incidenza che potrebbero avere nel partito i voti raccolti in Campania».

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©