Politica / Politica

Commenta Stampa

Non impugnata la legge regionale dell'Abruzzo

Il governo dà il via libera all'uso terapeutico della cannabis


Il governo dà il via libera all'uso terapeutico della cannabis
07/03/2014, 18:23

ROMA - Potrebbe essere il "no" più importante, quello di oggi del governo Renzi. E' quello che il Consiglio dei Ministri ha espresso oggi, a proposito della possibilità di sollevare davanti alla Corte Costituzionale la incostituzionalità della legge regionale dell'Abruzzo del 4 gennaio 2014, sulla somministrazione di medicinali a base di derivati dalla cannabis. 

La legge prevede che sia il medico specialista a stabilire se ce n'è la necessità e quindi a stabilire la terapia, che poi potrà essere somministrata dal Servizio Sanitario nazionale senza oneri per l'individuo.

La norma venne presentata da Maurizio Acerbo di Rifondazione comunista e Antonio Saia dei Comunisti italiani, consiglieri regionali abruzzesi. E non è stata la prima: già Toscana, Marche, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Liguria e Veneto (in queste due ultime regioni, il governo Monti impugnò le normative e la questione pende davanti alla Corte Costituzionale) hanno approvato normative similari.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©