Politica / Politica

Commenta Stampa

Si potrà ricorrere alla "composizione" o alla "liquidazione"

Il governo vara ddl: il cittadino potrà fallire e fare bancarotta


Il governo vara ddl: il cittadino potrà fallire e fare bancarotta
27/03/2012, 11:03

ROMA - Il governo ha varato un nuovo disegno di legge (ddl) destinato a far discutere, perchè introduce il concetto di "fallimento dell'individuo" e non solo della società. Viene presentata come una legge che risolve il problema dei debitori, a cui vengono pignorati i debiti.
Infatti, vengono introdotti due nuovi istituti: il primo è la "composizione". La persona che ha troppi debiti si rivolge agli "Organismi di composizione della crisi", che offriranno una consulenza gratuita per stendere un piano di rientro credibile e che non sia una frode. Dopo di che si presenta questo piano al giudice che, se ritiene il debitore una persona meritevole e concorda col piano, permette al debitore di saldare in questa maniera parte dei propri debiti, condonando il resto.
L'alternativa, per chi ha tanti debiti ma anche un buon patrimonio, è la "liquidazione": il patrimonio in questione viene affidato ad un liquidatore che, sempre con il consenso del giudice che valuta se il piano di rientro è credibile e il debitore meritevole, si occupa di vendere quello che gli è stato affidato e dare il ricavato ai creditori. Anche con questo piano è previsto un rimborso solo parziale per i creditori, mentre il resto dei debiti verrebbe condonato.
Il lato positivo di questa legge è che blocca le azioni giudiziarie, come sequestri e pignoramenti, in attesa che il debitore paghi secondo il piano di rientro approvato dal giudice, dando così all'individuo una seconda possibilità. Il lato negativo risiede nelle conseguenze: quale azienda accetterà di vendere a credito beni che non sa se gli verranno pagati? Quale banca presterà soldi, se non ha la certezza che gli verranno restituiti? Insomma, anche questa misura del governo Monti sembra pensata apposta per bloccare ancora di più l'economia italiana e precipitarla più velocemente verso un baratro stile Grcia

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©