Politica / Politica

Commenta Stampa

Record di assenteisti nella seduta di ieri

Il pareggio di bilancio in Costituzione? Interessa 9 deputati su 630


Il pareggio di bilancio in Costituzione? Interessa 9 deputati su 630
07/03/2012, 10:03

ROMA - Roberto Giachetti e Massimo Vannucci per il Pd, Raffaele Volpi e Pieguido Vanalli per la Lega, Guglielmo Picchi e Giuseppe Calderisi per il Pdl, Pierluigi Mantini per l'Udc e Renato Cambursano del Gruppo Misto. Oltre ai relatori Roberto Zaccaria del Pd e Giancarlo Giorgetti della Lega e al vicepresidente dell'Udc Rocco Buttiglione. Per il governo presente il sottosegretario Giampaolo D'Andrea. Non è la formazione di una squadra di calcio (mancherebbe comunque una persona) ma l'elenco dei deputati presenti ieri per discutere della legge costituzionale che modifica l'articolo 138 della Costituzione per inserirvi l'obbligo di pareggio di bilancio. Si tratta di una norma che "ci chiede l'Europa", come si dice continuamente oggi. Ma evidentemente, se non è una legge contro i cittadini, la cosa non interessa al Parlamento. Nè ai partiti che sostengono il governo, nè a coloro che vi si oppongono. Certo, si può sostenere che era solo la "discussione generale" (cioè una sorta di riassunto in cui si parla di quello che è stato fatto nei lavori di Commissione), e che quindi non c'era particolare interesse; tuttavia anche questa seduta è costata alle casse pubbliche - secondo uno studio della fondazione ItaliaDecide, che fa capo a Luciano Violante - 4 milioni di euro, come ciascuna delle altre. Almeno per rispetto dei cittadini che gli consentono di fare una vita di lusso e di privilegi, i parlamentari potrebbero partecipare alle sedute che loro stessi convocano.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©