Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il PD appoggi la proposta di legge del M5S

On. Rostan deposita mozione per reati ambientali

Il PD appoggi la proposta di legge del M5S
20/06/2013, 15:45

Apprendiamo con piacere l'iniziativa della deputata campana Michela Rostan del Partito Democratico, che ha annunciato di aver depositato in Parlamento una mozione con cui impegnare il Governo ad intraprendere misure volte ad inasprire i reati ambientali.

Il MoVimento 5 Stelle ha presentato da tempo un corposo disegno di legge che prevede l'introduzione di un nuovo capo nel Libro II del codice penale contenente norme molto più severe per chi commette illegalità ai danni dell'ambiente. Il ddl è questo:
- http://www.camera.it/_dati/leg17/lavori/stampati/pdf/17PDL0005480.pdf

Ad un mese dalla sua presentazione da parte del deputato Salvatore Micillo (primo firmatario), il ddl inizia oggi il suo esame in commissione giustizia alla Camera (la cui presidenza è affidata proprio al PD). Il Partito Democratico, dopo aver malgovernato per anni la nostra regione, con scarsi risultati specie sul fronte dei rifiuti, potrebbe iniziare a tenere fede alle promesse di confronto costruttivo sostenendo la proposta di legge del M5S. Gli effetti di una sua approvazione sarebbero molto più incisivi di una semplice mozione parlamentare.


Ricordiamo peraltro che questo disegno di legge di inasprimento dei reati contro l’ambiente è solo uno dei molteplici provvedimenti ed atti parlamentari portati avanti dalla pattuglia di portavoce a Camera e Senato del Movimento 5 Stelle eletti in Campania. Tra gli altri ricordiamo: l’interpellanza presentata al Senato dalle portavoci Nugnes e Moronese sul fenomeno degli sversamenti abusivi e dei roghi tossici nella Terra dei Fuochi; l’interrogazione a risposta scritta, anch’essa presentata al Senato, sulle gravi lacune che hanno contraddistinto l’iter di approvazione della centrale a turbogas di Napoli Est (Vigliena), soprattutto in merito alla sua sicurezza ambientale; l’interrogazione a risposta orale, ancora su iniziativa della senatrice Nugnes, sulla esclusione del sito inquinato di Pianura (Napoli) dall’elenco dei SIN (Siti di interesse nazionale). E’ inoltre in fase di arrivo l’interrogazione tesa a fare chiarezza sulla vicenda del crollo di parte di un edificio storico alla Riviera di Chiaia, e sua correlazione con i lavori di costruzione della linea 6 della Metropolitana napoletana.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©