Politica / Politica

Commenta Stampa

Approvata una mozione su Bankitalia

Il Pd chiede la sostituzione di Visco. Gelo del Quirinale


Il Pd chiede la sostituzione di Visco. Gelo del Quirinale
18/10/2017, 09:01

ROMA - Ha sorpreso molto vedere il Pd che ha presentato alla Camera dei deputati una mozione che - sia pur senza nominarlo esplicitamente - chiede la rimozione del governatore di Bankitalia Ignazio Visco, per sostituirlo con "una figura più idonea a garantire nuova fiducia verso l'Istituto". Nella mozione - limata e ammorbidita in molti punti, rispetto alla stesura iniziale - si ricorda che "la nomina dell'attuale governatore risale al novembre del 2011 ed è, pertanto, imminente l'obbligo di procedere al rinnovo della carica". 

Una mozione che ha provocato una reazione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che in un comunicato dice: "Le prese di posizione riguardanti la Banca d'Italia devono essere ispirate ad esclusivi criteri di salvaguardia dell'autonomia e dell'indipendenza dell'Istituto, nell'interesse della situazione economica del nostro Paese e della tutela del risparmio degli italiani, e che a questi principi si deve attenere l'azione di tutti gli organi della Repubblica, ciascuno nel rispetto del proprio ruolo". 

C'è anche la risposta, non ufficiale, di Bankitalia: "La Banca d’Italia fa interamente il suo dovere nelle diverse funzioni che svolge, applicandovi competenza e coscienza. In particolare nella vigilanza bancaria, in questi anni segnati dalla più grave crisi economica della storia moderna d’Italia, ha difeso il risparmio nazionale limitando i danni. Questi non potevano non esserci, data la gravissima condizione dell’economia; alcuni casi di gestione bancaria cattiva o criminale sono stati contrastati per quanto consentito dalla legge e, quando opportuno, segnalati alla Magistratura. Nella sua azione l’Istituto ha agito in continuo contatto col Governo.
Di tutto questo vi è ampia evidenza anche pubblica. E in ogni caso il Governatore è pronto a essere ascoltato dalla Commissione quando essa vorrà".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©