Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Pd e’ contro la discarica nella cava del Castagnaro


Il Pd e’ contro la discarica nella cava del Castagnaro
20/04/2012, 15:04

NAPOLI 20 APRILE - Si e’ tenuta questa mattina a Napoli, presso la federazione provinciale del Pd, una riunione per discutere del progetto della discarica del Castagnaro, situata tra i Comuni di Pozzuoli e Quarto.

Erano presenti: Enzo Amendola, segretario regionale Pd Campania; Giuseppe Russo, capogruppo Pd al Consiglio regionale; i consiglieri
regionali: Raffaele Topo e Antonio Amato. I parlamentari democrat:
Luisa Bossa, Salvatore Piccolo, Teresa Armato, Maria Fortuna Incostante. Il capogruppo Pd alla Provincia di Napoli Giuseppe Capasso, e il consigliere provinciale Giuseppe Balsamo. Inoltre:
Francesco Dinacci, responsabile organizzazione Pd Campania; Vincenzo Figliolia, candidato sindaco a Pozzuoli; consiglieri comunali del Pd di Quarto.

“Il Pd e’ contro la discarica nella cava del Castagnaro. Lo ripetiamo da tempo, come testimoniano gli ordini del giorno presentati e votati in Consiglio regionale all’unanimità e al Parlamento, in virtù dei vincoli paesaggistici, idrogeologici e di tutela del territorio situato a poche centinaia di metri dai centri urbani flegrei. La sospensione dei carotaggi decisa questa mattina in Prefettura e’ una scelta saggia ma non basta: bisogna completamente cancellare la possibilita’ che venga realizzata la discarica del Castagnaro” si legge nel documento.

“Questa ennesima vicenda dimostra che l’emergenza rifiuti in Campania non e’ mai terminata. Ripetiamo inascoltati che servono soluzioni e un piano strutturale per evitare le sanzioni della Comunita’ Europea, che entro giugno aspetta risposte dalla Regione. Basta scaricabarile tra le istituzioni: il Piano regionale rifiuti del centrodestra e’
inadeguato e non consente di tornare a una gestione ordinaria del ciclo” continua il documento.

“Il presidente della Regione, Stefano Caldoro, faccia le uniche scelte realistiche in termini d’impianti che consente la particolare morfologia della Campania, senza sfidare la sorte e condannarsi
all’inconcludenza: si assuma le sue responsabilita’e non inganni i cittadini” spiega il Pd.

“Siamo con la popolazione che protesta contro questo progetto, ma ci mobiliteremo con la stessa forza per garantire la convivenza civile ed evitare il sequestro della citta’ di Quarto che rischia di paralizzare la già fragile economia locale. Il Pd in modo responsabile non si e’
mai sottratto ai propri doveri, proponendo ripetutamente soluzioni strutturali per superare l’emergenza, a partire dal lavoro dei nostri consiglieri regionali e dai disegni di legge presentati in Parlamento”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©