Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il Pd fa il pienone, più di 2 milioni di elettori alle primarie


Il Pd fa il pienone, più di 2 milioni di elettori alle primarie
25/10/2009, 20:10


ROMA.
Gli elettori del Pd in fila fino all'ultimo minuto, ma  la sfida dell'affluenza era già vinta alle 17 e 30 quando avevano votato oltre due milioni di italiani. L'affluenza notevole, sin dal mattino, ha dissipato il timore di seggi vuoti alimentato, in parte, anche dalla delicata vicenda che ha travolto Piero Marrazzo. Vinta la battaglia dell'affluenza, si attende il verdetto. E l'interrogativo ora è sul risultato: qualcuno supererà il 50 per cento necessario per essere eletto segretario? Se così non dovesse essere la parola andrà alla assemblea nazionale convocata per il 7 novembre. A rovinare la festa del Pd sono state le minacce giunte a Debora Serracchiani. Un caricatore di pistola vuoto con intimidazioni contro l'europarlamentare, candidata alla segreteria regionale del Pd del Friuli Venezia Giulia, è stato trovato in un seggio delle primarie a Trieste. Il segretario del Pd Dario Franceschini ha espresso la sua solidarietà alla Serracchiani: “Si tratta di un fatto gravissimo che condanniamo con forza”, ha sottolineato.I tre candidati alla segreteria hanno passato la giornata tra le ultime iniziative e il voto al proprio seggio elettorale in attesa della lunga nottata dello spoglio. Pier Luigi Bersani è rientrato a Roma dopo aver votato in mattinata a Piacenza. Ignazio Marino, invece, è rimasto nella Capitale e prima di pranzo ha votato nel gazebo di piazza Fiume. Dario Franceschini è stato in mattinata a Castellammare di Stabia ad uno stabile confiscato alla camorra e che oggi ospita associazioni di volontariato: una visita a sorpresa per segnalare l'impegno del Pd nella lotta contro la criminalità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©