Politica / Regione

Commenta Stampa

Russo e Valiante: “Migliorerà le amministrazioni”

Il Pd presenta la proposta sul Decentramento


.

Il Pd presenta la proposta sul Decentramento
01/09/2010, 15:09

NAPOLI – Snellire le procedure, riorganizzare il personale, rendere la burocrazia più fluida e più vicina al cittadino. E’ questo l’obiettivo della legge regionale sul Decrentamento per il conferimento delle funzioni amministrative agli enti locali, progetto presentato dal capogruppo del Pd in consiglio regionale Giuseppe Russo e dal consigliere Antonio Valiante. 
"Il nostro disegno di legge - spiega Valiante - individua nel Comune il riferimento essenziale della nuova organizzazione dell'ente Regione, anche per quanto concerne lo svolgimento di funzioni economiche compatibili. Il meccanismo innestato porta infatti automaticamente ad una riduzione del personale. A fine anno la Regione Campania avra' 6000 dipendenti. Con l'applicazione della nostra proposta, ci sarebbe una riduzione del 50% dei dipendenti e del 65% delle funzioni e a operazione conclusa la Regione Campania avrebbe 2500 dipendenti". Tra le norme contenute nel progetto "Conferimento delle funzioni amministrative a Comuni e Provincie", quella relativa alla riproposizione dei prepensionamenti e al trasferimento di funzioni e personale agli enti locali, Comuni in primis, senza alcun aggravio di spesa. Il personale trasferito ai Comuni, aggiunge Valiante, andra' ad integrare le funzioni proprie dell'ente di assegnazione, con la conseguente strutturale riduzione della spesa, tanto per il Comune, quanto per la Regione. "Chiediamo percio' al governo regionale di insediare subito il Consiglio delle autonomie - conclude - e di avviare i confronti con sindacati e parti sociali per dare il via alla realizzazione di un atto di vera innovazione organizzata secondo principi moderni". Per Enzo Amendola, segretario regionale del Pd, si tratta di una riforma strutturale che avvicina il cittadino ai suoi diritti nei confronti delle istituzioni e che avvia un serio progetto di sburocratizzare e di risparmio risorse. "Per questo lancio un appello anche all'Udc - dice - affinche' vengano in Consiglio a discuterne e si parta subito". "Piu' forti i Comuni, piu' forte la Regione", il commento di Antonio Marciano, presente all'incontro. Per Giuseppe Russo cosi' la Regione potrebbe recuperare anche "l'indispensabile vocazione legislativa che la fara' essere sempre meno un ente gestionale e sempre piu' una istituzione con funzioni legislative di programmazione e di controllo. Il centro destra fa annunci di tagli ma non c'e' una riforma, questa e' una vera riforma".

Commenta Stampa
di Paola Picilli
Riproduzione riservata ©