Politica / Napoli

Commenta Stampa

Dibattito con Letta all’hotel Ambassador

Il Pd punta su scuola ed università


.

Il Pd punta su scuola ed università
18/02/2013, 16:02

NAPOLI - Prosegue la mobilitazione del Pd in Campania per pubblicizzare i punti salienti del proprio programma elettorale.

Oggi , all'hotel Ambassador,  i riflettori sono stati accesi sull'istruzione. Angela Cortese, consigliere regionale,  ha a tal proposito organizzato una conferenza stampa dal titolo "L'Italia giusta riparte da scuola e università".

Convinto che qualcosa nella scuola debba cambiare è anche il vicesegretario nazionale del PD, Enrico Letta. “Il primo punto è il diritto allo studio - ha detto Letta - che, in questi anni, è stato tagliato come fosse una qualunque spesa pubblica. Il secondo punto è legato al tema della ricerca e alla possibilità di investire sul territorio. La Campania ha voglia e opportunità di fare sviluppo. Occorre anche  affrontare il dramma dell'abbandono scolastico: in Campania il livello di abbandono ha cifre drammatiche - ha sottolineato ancora Letta - c'é troppa area grigia e la criminalità in questo trova benzina”.

Il candidato alla camera per Campania 2 è anche reduce da un incontro con gli esponenti di Confindustria a Napoli. “La crescita del Paese passa attraverso la possibilità che la Campania abbia livelli di sviluppo più alti – ha proseguito il vicesegretario nazionale del Pd – agli industriali abbiamo spiegato che sarebbe un disastro per il Sud se vincesse l'asse Berlusconi-Lega. : loro hanno fatto un accordo in base al quale il 75% delle tasse della Lombardia, se vincessero, dovrebbero rimanere lì. Questo vorrebbe dire spostare in Lombardia 8 miliardi di euro dal Sud verso il Nord. Sarebbe un disastro assoluto”. Letta ha poi confermato che il Pd per l’industria punta a politiche di credito d'imposta, con stop alle intermediazioni e sì, invece, agli automatismi, riduzione delle tasse sul lavoro. “L'industria - ha concluso - ha un ruolo per lo sviluppo”.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©