Politica / Politica

Commenta Stampa

L’annuncio del tesoriere Misiani

Il Pd ricorrerà alla Cassa integrazione per 180 dipendenti


Il Pd ricorrerà alla Cassa integrazione per 180 dipendenti
31/05/2013, 09:12

ROMA  - Il tesoriere del Pd, Antonio Misiani, ha comunicato l’inevitabile  ricorso alla Cassa integrazione per i 180 dipendenti del partito a causa della "difficile"   situazione economica del Pd che  si inasprirà  con l’ abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti.

Antonio Misiani,  durante l'incontro  avvenuto nella sede del Pd di sant'Andrea delle Fratte ha tuttavia   escluso licenziamenti. "E' necessaria - ha spiegato - una profonda riorganizzazione: la prospettiva inevitabile è quella di un ridimensionamento di tutte le strutture di partito".

Durante caratterizzato  da momenti di tensione, Misiani ha spiegato che già nel 2012 (il bilancio dovrà  essere approvato a giugno dalla Direzione) chiuderà in passivo.

Infatti nel luglio scorso il Pd, così come tutti i partiti, rinunciarono in favore dei terremotati dell'Emilia alla rata annuale del finanziamento, l'ultima della legislatura 2008-2013.

In più, sempre la scorsa estate e' stata approvata la nuova legge sul finanziamento dei partiti che dimezzava i fondi.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©