Politica / Politica

Commenta Stampa

Proposta norma che chiuderebbe i processi contro ex premier

Il Pd tenta di salvare Berlusconi dal processo Ruby


Il Pd tenta di salvare Berlusconi dal processo Ruby
02/03/2012, 16:03

ROMA - Il Pd ancora una volta corre in aiuto di Silvio Berlusconi, il quale ha in questo momento una grossa grana giudiziaria: il processo Ruby. In particolare, l'episodio di concussione: telefonò alla Questura ed ottenne la liberazione di Karima El Marough, senza che prima la ragazza - extracomunitaria e senza documenti - venisse identificata. Questo reato è punito con una pena massima di 12 anni ed andrà in prescrizione solo nel 2025. Quindi è difficile evitare che si concluda.
Ma ci pensa il Pd, presentando un emendamento al ddl anti-corruzione per cancellare il reato di concussione e trasformarlo in corruzione o estorsione. Questo obbedirebbe a due motivi teoricamente validi: il primo è per evitare la distinzione tra corruzione e concussione (nel primo caso l'iniziativa è di chi paga, nel secondo caso è del pubblico ufficiale); il secondo è perchè ci viene richiesto dall'Ocse (che però chiede anche di aumentare le pene per la corruzione). Lo conferma Donatella Ferranti, del Pdl: "Il nostro emendamento vuole rendere più netti i contorni dei comportamenti corruttivi rispetto a situazioni in cui la vittima subisce pressioni, minacce anche indirette, o violenza da parte del pubblico ufficiale che abusa delle sue funzioni".
Ma il caso Berlusconi è un po' particolare. Se il reato di concussione diventa corruzione, bisogna dimostrare sia un accordo corruttivo (che in questo caso non c'è stato) che la promessa di un qualche cosa che possa fungere da agente corruttivo (denaro, promozione o altro). E in questo processo mancano entrambi. Allora sarebbe trasformabile in estorsione aggravata (pena massima 20 anni)? Bisogna dimostrare che sono state dette parole di minaccia oppure che abbiano creato una sensazione di pericolo. Ma come si può dimostrare? A parlare è stato un parlamentare, quindi è impossibile portare come prova una registrazione, se esiste. E se non esiste, è ancora più impossibile. Di conseguenza, se la concussione venisse abolita, il reato di cui Berlusconi è accusato o verrebbe cancellato (secondo il principio che il vecchio reato non esiste più e il nuovo non esisteva al momento dei fatti) oppure verrebbe trasformato in abuso d'ufficio, di cui però deve essere dimostrato l'interesse patrimoniale per l'ex premier. E comunque la prescrizione in questo caso arriva dopo 4 anni, cioè nel 2014, addirittura prima della prescrizione del reato di prostituzione minorile, che avverrà solo nel 2016.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©