Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Il PdL all'attacco dei giudici per il risarcimento a De Benedetti


Il PdL all'attacco dei giudici per il risarcimento a De Benedetti
05/10/2009, 09:10

Ancora una volta, le questioni private di SIlvio Berlusconi si ripercuotono sull'agenda politica nazionale. E così un risarcimento danni che lui deve pagare a De Benedetti - 750 milioni di euro, secondo il Tribunale Civile di Milano - per essersi appropriato illecitamente della Mondadori, come dimostrato dalla sentenza di terzo grado che ha visto, tra gli altri, la condanna di Previti, è lo spunto per il PdL di attaccare ancora la magistratura. Addirittura Fabrizio Cicchitto, capogruppo del PdL alla Camera, sostiene la necessità di una manifestazione per fermare "l'attacco al presidente Berlusconi di precisi settori politici e finanziari è concentrico e lungo più direttrici che vanno dal gossip, all'evocazione degli attentati di mafia del '92, ad altro ancora che si prepara e, adesso a questa sentenza civile dalle proporzioni inusitate ben studiata anche nei tempi. Ovviamente il beneficiario è De Benedetti, il vero leader della sinistra editoriale e finanziaria. Infatti la debolezza della sinistra politica è surrogata dalle iniziative giudiziarie, finanziarie e editoriali. Il tutto avviene mentre lo scandalo reale della Regione Puglia è tenuto coperto usando le D'Addario di turno. L'obiettivo è sempre quello: manipolare con manovre di Palazzo la vittoria elettorale del 2008, che evidentemente non è accettata da una serie di ambienti".
Perchè ovviamente, colui che controlla 7 TV nazionali su 7 e tre quarti della stampa italiana non ha potere contro un attacco mediatico, ed è succube di un imprenditore che ha un patrimonio che è meno del 10% del suo. Intanto i legali Fininvest stanno studiando il modo di bloccare la sentenza che è immediatamente esecutiva.
Nel frattempo oggi l'effetto della sentenza di Milano si è visto anche in Borsa, dove CTR di De Benedetti è in salita e Mediaset e Fininvest stanno scendendo di valore.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©