Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Campania miglior risultato d'Italia. Ma c'è polemica Caldoro

Il Pdl analizza i risultati del voto

Alla conferenza l'intervento dell'avvocato Lucio Varriale

.

Il Pdl analizza i risultati del voto
01/03/2013, 16:48

Il risultato migliore d’Italia. Apre così la conferenza stampa post elezioni il coordinatore regionale del Pdl, Francesco Nitto Palma. Quello della Campania, in quanto Regione, e di Caserta, i quanto provincia, sono i numeri più positivi dell’intero stivale per il centrodestra. "Da Roma in giù - dice il senatore Nitto Palma - il popolo italiano è fortemente orientato sul centrodestra. Vittoria, questa, che non può che essere ascritta al peso di Berlusconi".
L’altro piatto della bilancia consegna invece la sconfitta, sul campo, del sindaco Luigi de Magistris. "De Magistris ha perso - afferma Alessandra Mussolini - e ne è consapevole. Quanto a Bersani, noi siamo disponibili alle larghe intese, è lui che vuole chiudere la porta".
Se a Napoli e provincia i risultati sono stati più che positivi, meno si può dire delle provincie di Avellino e Salerno dove il Pdl ha vinto ma non pienamente convinto. "Credo - ammette il senatore Cosimo Sibilia - che sia stata la risposta dei cittadini ai tagli della Regione Campania. Il Pdl non è andato male, ma di certo non è volato come a Napoli".
Durante la conferenza è intervenuto anche l’avvocato Lucio Varriale, sottolineando il potere dato dal Pdl al governatore Stefano Caldoro. Un presidente, a detta di Varriale, che gestisce i miliardi della Regione con l’1% dei consensi di Grande Sud e che è pronto in qualsiasi momento a voltare le spalle al partito. "Finchè ci sarà una persona come Caldoro - dice Lucio Varriale consegnando un dossier documentato al senatore Nitto Palma - che vale l'1% con Grande Sud, che ha finanziato l'MPA ed ha atteso i risultati delle elezioni per avvicinarsi definitivamente al Pdl, non si andrà da nessuna parte. Non chiedo a Nitto Palma di prendere una posizio oggi, ma di capire cosa accade perchè è impossibile che si mettano i piedi in testa agli assessori che vanno a bussare alla porta del Governatore per il bene del territorio".

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©