Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Comincia l'offensiva ricattatoria di Berlusconi

Il Pdl attacca il governo sull'Iva e prepara la "salva-Silvio"


Il Pdl attacca il governo sull'Iva e prepara la 'salva-Silvio'
22/06/2013, 11:00

ROMA - L'Huffington Post l'aveva annunciato tra i retroscena e sembra che il Pdl lo stia realizzando: un continuo pressing sul governo per far accettare una legge che blocchi le pene accessorie per i processi di Berlusconi. L'emendamento sarebbe già pronto: una norma che stabilisca l'interdizione dai pubblici uffici solo per le pene oltre i 10 anni (adesso l'interdizione è di 5 anni per le condanne oltre i 3 anni e pperpetua per le condanne oltre i 5 anni). In questa maniera nè la condanna a 4 anni di reclusioine per il processo Mediaset nè quella a 6 anni per il processo Ruby (nel caso in cui entrambe dovessero essere confermate in Cassazione) interferirebbero con l'attività politica di Berlusconi, che già dal 2005 si è prevenuto da qualsiasi conseguyenza legale dai suoi processi, con la ex Cirielli, che impedisce di incarcerare i condannati che hanno una età superiore a 70 anni, a meno che non siano condannati per mafia o terrorismo. 
Nel Pd molti non sono d'accordo, per questo il Pdl sta facendo pressione sull'Iva. Adesso vogliono un rinvio dell'aumento dell'Iva almeno di 6 mesi, cioè a gennaio 2014. Senza però spiegare dove intendono prendere i 2 miliardi necessari per questo rinvio. Infatti il Ministro dell'economia Saccomanni ha parlato di soli 3 mesi; anche se questa decisione rischia di creare un ingorgo, dato che nello stesso periodo bisogna anche decidere cosa fare dell'Imu, se rimodularla e come. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©