Politica / Politica

Commenta Stampa

Non è reato se la concussione non riguarda il denaro

Il Pdl ci riprova sulla legge salva Berlusconi nel processo Ruby


Il Pdl ci riprova sulla legge salva Berlusconi nel processo Ruby
30/05/2012, 09:05

ROMA - Ancora una volta il Pdl ci riprova in Parlamento: è stato presentato un emendamento al ddl anticorruzione che prevede che il reato di concussione scatti solo se il pubblico ufficiale si fa dare o promettere denaro o utilità patrimoniali. La norma - già presentata in Commissione Giustizia e poi ritirata - è palesemente riferita al processo che vede imputato Silvio Berlusconi a Milano, in riferimento alla scarcerazione di Karima El Marough, alias Ruby Rubacuori. Infatti in quel caso, la concussione - secondo le accuse della procura - è riferita solo al fatto di rilasciare la ragazza senza sottoporla al normale iter (fotosegnalazione e affidamento coatto ad una comunità, in attesa del processo o di trovare qualche affidatario o i parenti della marocchina) previsto dalla legge. E quindi non c'è stato qualcosa di patrimoniale.
Con questa modifica, il reato sarebbe cancellato e si proseguirebbe solo col reato di atti sessuali con una prostituta minorenne, reato che ha una prescrizione di soli 5 anni e quindi ben difficilmente si avrà una condanna definitiva.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©