Politica / Politica

Commenta Stampa

E' guerra di successione a Cosentino: le trame dei Finiani

Il PDL e quella frattura tra Napoli e Salerno


.

Il PDL e quella frattura tra Napoli e Salerno
22/10/2011, 15:10

Il nuovo segretario del PDL Angelino Alfano sta entrando pian piano in quel ruolo che è appartenuto fino a qualche mese fa al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. L’avvocato siciliano, ex Ministro della Giustizia, è impegnato in un lungo tour nella penisola che lo vede protagonista di incontri in ogni regione per la campagna di tesseramento del PDL. La Campania, come sempre, ha fatto da eccezione dimostrando di essere poco coesa per colpa di qualche dissidente che non apprezza l’attuale asset partitico, o meglio, vuole la sua poltrona. E’ Mara Carfagna che nella sua Salerno ha organizzato un evento simile a quello di Napoli per gettare fumo negli occhi all’amico Alfano, millantando un seguito che lapalissianamente non ha. La dimostrazione è nell’affluenza dei simpatizzanti e addetti ai lavori del Popolo delle Libertà che hanno presenziato ai due eventi, quello di Napoli alla Mostra d’Oltremare e a quello di Salerno nell’Hotel Mediterraneo. Mentre il polo fieristico napoletano è stato gremito da consiglieri regionali, parlamentari e coordinatori, la “stanzetta” dell’albergo Salernitano ha avuto pochi ospiti illustri come il governatore socialista Caldoro, assente ingiustificato alla convention napoletana, il ministro delle pari opportunità nata prima sotto il segno di Berlusconi e divenuta poi esplicitamente finiana, Mara Carfagna, ed una piccola folla che ha partecipato alla “contro campagna di tesseramento campana”. E mentre Napoli, Caserta, Benevento, Avellino,  si contendono l’epicentro del futuro partito guidato da Angelino Alfano con Salerno, che provvedimenti prenderà Silvio Berlusconi contro chi ha stretto accordi con il suo acerrimo nemico Gianfranco Fini? Questa è la domanda, ma chi vuole continuare a governare, già sa quali saranno le scelte da intraprendere.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©