Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Verrebbe inflitto il carcere per una semplice contestazione

Il Pdl prepara una legge per impedire proteste ai comizi


Il Pdl prepara una legge per impedire proteste ai comizi
22/05/2013, 17:33

ROMA - Non è andato giù al Pdl il fatto che all'ultimo comizio di Silvio Berlusconi a Brescia ci siano stati dei contestatori che sovrastavano il "Meno male che Silvio c'è". 
E così stanno preparando un disegno di legge - che dovrebbe avere come prima firma  Ignazio Abrignani - per impedire le contestazioni durante i comizi, non solo in campagna elettorale ma durante tutto l'anno. In pratica, si creerebbe una sorta di "zona di rispetto politico", per cui sarebbero vietati raduni o comizi politici avversi alla manifestazione autorizzata all'interno di un raggio di tot centinaia di metri. Chiunque violasse questo limite, farebbe scattare il nuovo reato, per cui è prevista una pena detentiva. 
Una scelta, quella del Pdl, decisamente antiodemocratica. Ma non è una novità. Sono molte le leggi presentate per limitare la democrazia e le contestazioni ad una persona come Silvio Berlusconi, che ne è allergico. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©