Politica / Regione

Commenta Stampa

Show della Mussolini. Apparizione della Carfagna

Il PDL presenta i suoi candidati in Campania


Il PDL presenta i suoi candidati in Campania
07/03/2010, 16:03

E’ partita la campagna elettorale del PDL per la conquista della Campania. All’Hotel Tiberio di Napoli si è svolta la presentazione dei candidati in corsa al Consiglio Regionale della Campania. E’ toccato al coordinatore regionale, Nicola Cosentino, aprire la convention di presentazione dei protagonisti di questa campagna elettorale. Il sottosegretario all’Economia del Governo Berlusconi ha dichiarato di essere “Certo che il popolo campano saprà scegliere chi votare per porre fine ad un decennio di mortificazione del territorio. “ Nicola Cosentino ha anche sottolineato che il PDL non si trova a combattere contro un avversario, ma ha di fronte un sistema di potere clientelare che ha tartassato un’intera regione.

Dopo l’intervento del coordinatore è toccato a Mario Landolfi ed al ministro Mara Carfagna precisare l’esigenza nell’uscire da un periodo di gestione del potere per nulla meritocratica ed oculata nella gestione della spesa pubblica. A rubare la scena, però, è stata l’onorevole Alessandra Mussolini. La deputata del PDL ha esordito dicendo “De Luca è un OGM” riferendosi alla campagna elettorale del Sindaco di Salerno che si è ritratto in manifesti dallo sfondo blu e senza logo del partito che l’appoggia. In vista della Festa della Donna, l’on. Mussolini ha raccolto tutte le Candidate in corsa durante questa tornata elettorale dando la giusta visibilità alle quote rosa del partito, meritandosi un grande applauso che ha fatto dimenticare il freddo intervento di una Carfagna subito andata via per presenziare ad altri impegni elettorali.

Dopo un discorso di eccelsa politica firmato dal senatore Viespoli, Stefano Caldoro ha raggiunto il palco ed ha parlato ai presenti in sala. Il candidato alla presidenza della Regione ha dato molti onori al suo sfidante “anche se dietro di lui si celano i fantasmi di un passato che dobbiamo assolutamente ricordare” ed ha fatto da apripista al discorso conclusivo finale del presidente del Consiglio, intervenuto in diretta telefonica per sostenere anch’egli il suo candidato nella regione che non è riuscito mai a conquistare. Il premier ha promesso ai suoi elettori campani di essere pronti ad accoglierlo e di aver pronta una nuova canzone napoletana scritta insieme al suo fidato Apicella.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©