Politica / Politica

Commenta Stampa

L'obiettivo principale è puntare su svendite e condoni

Il Pdl rinvia il decreto sviluppo al 20 ottobre


Il Pdl rinvia il decreto sviluppo al 20 ottobre
06/10/2011, 20:10

ROMA - Il Pdl, dopo la riunione di oggi sul decreto sviluppo, ha annunciato che presenterà entro il 20 ottobre il disegno di legge sullo sviluppo. Maurizio Lupi, vicepreidente alla Camera, ha dimostrato sicurezza affermando che l'incontro è stato proficuo e che c'è da mettere a punto qualche dettaglio, con l'aiuto anche del Ministro Tremonti.
In realtà, secondo i rumors, la situazione è ancora in alto mare. Soprattutto perchè non si sa da dove proverranno i soldi necessari a finanziare il presunto sviluppo. L'ipotesi più accreditata è di cominciare a vendere il patrimonio pubblico. Oppure si parla molto di una serie di condoni, per esempio. Una ipotesi che però verrebbe malvista a Bruxelles, dato che l'Unione Europea è contraria ai provvedimenti una tantum. Per questo si pensa a sfruttare la copertura della delega finanziaria approvata a luglio, per inserire un condono biennale sul lato fiscale.
Invece, sul lato dello sviluppo, Lupi ha parlato in generale di "infrastrutture, semplificazione fiscale, famiglie, rilancio delle imprese e abbattimento del debito". Dettagli nulla. Il che lascia pensare che si tratti di aria fritta solo per giustificare l'introduzione di nuove tasse.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©