Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Una legge costituzionale per modificare l'articolo 21 Cost.

Il PdL si prepara a cancellare la libertà di stampa


Il PdL si prepara a cancellare la libertà di stampa
02/10/2009, 20:10

E' da tempo che si discute se ci sia o no in Italia una compressione della libertà di informazione, come dimostra la manifestazione organizzata dalla FNSI (Federazione Nazionale della Stampa Italiana) per domani a Roma. A chiudere definitivamente ogni discussione ci ha pensato il PdL. Infatti un suo esponente, Andrea Pastore, presidente della Commissione Bicamerale per la Semplificazione Legislativa, ha presentato il 9 settembre un disegno di legge costituzionale per modificare l'ultimo comma dell'articolo 21 della Costituzione. Laddove dice: "Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume", si aggiungerebbe: "o lesive della dignità della persona o del diritto di riservatezza". Ovviamente, in due categorie così generiche ci andrebbe più o meno l'80% delle notizie che quotidianamente sono in un giornale. Il progetto di legge costituzionale, a dimostrazione del fatto che non si tratta dell'iniziativa estemporanea di un singolo, è stato poi firmato da altri 30 deputati del PdL, tra cui Maurizio Gasparri.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©