Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Una legge molto contestata, soprattutto dall'Anpi

Il Pdl vuole l'equiparazione tra partigiani e repubblichini

Si cerca anche di controllare l'attività delle associazioni

Il Pdl vuole l'equiparazione tra partigiani e repubblichini
01/06/2011, 10:06

ROMA - C'è un progetto di legge, presentato all'esame della Commissione Difesa e a prima firma Giorgio Fontana, deputato del Pdl, che sta sollevando molte proteste. Il provvedimento, nel titolo, mirerebbe a disciplinare l'assegnazione dei fondi alle associazioni ex combattentistiche.
In realtà tocca due punti fondamentali. Il primo è quello dove - oltre alla richiesta di apoliticità delle associazioni e all'adozione di statuti che rispettino regole di democraticità interna - affida al Ministero della Difesa il compito di vigilare sulla legittimità delle attività delle associazioni stesse. E' una norma che consentirebbe al governo di mettere sotto controllo qualsiasi associazione della categoria.
Il secondo punto prevede che possano essere riconosciute tutte le associazioni "ex belligeranti", senza alcuna limitazione. In pratica, una associazione partigiani ed una di repubblichini per la legge sarebbero uguali.
E qui tocchiamo uno dei nervi scoperti del nostro Paese. Infatti, se è indubitabile che gli ideali attuati dal fascismo erano tutt'altro che positivi, diverso è il discorso per chi vi aderì. Ci furono molti che, quando si creò la Repubblica di Salò, vi aderirono convinti che vi sarebbe stata l'attuazione di quelle politiche sociali e civili che erano stati uno dei punti di forza della propaganda fascista dei primi tempi e che erano stati parzialmente attuati (le bonifiche, la costruzione di nuove città, l'introduzione della liquidazione e della pensione, ecc.). Quindi cosa conta di più? Le ideologie praticate o quelle sognate? Domanda che non è retorica, perchè lo si può fare anche per i partigiani dove, insieme a persone che ci mettevano cuore ed ideali, c'erano dei farabutti che volevano nascondere solo la propria crudeltà.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©