Politica / Politica

Commenta Stampa

Lunga intervista concessa a “Il Messaggero”

Il premier Renzi: Camusso e Squinzi? "Strana coppia"

Il capo del governo continua a parlare di riforme

Nella foto il premier Matteo Renzi
Nella foto il premier Matteo Renzi
23/03/2014, 11:04

ROMA – Il premier Matteo Renzi , attraverso le “colonne” del Messaggero,  si scaglia contro la leader della   Cigl Susanna Camusso  e il presidente di Confindustria Giorgio definendoli durante l’intervista rilasciata al quotidiano romano "la strana coppia".  

Il capo del governo continua a parlare di riforme, Europa e spending review e  va dritto per la sua strada.   “Rispetto molto – dice  il presidente del Consiglio - sia Camusso sia Squinzi. Ma io non sono qui per loro, io sono qui per le famiglie, per il singolo imprenditore, per le persone che non si sentono rappresentate e che hanno bisogno di vedere finalmente una svolta. Poi, certo, culturalmente mi colpisce questa strana assonanza tra il capo dei sindacati e il capo degli industriali che insieme, davanti alla scommessa politica di togliere per la prima volta alla politica e restituire ai cittadini e alle imprese, si oppongono. Lo ritengo un ottimo segnale che siamo sulla strada giusta. Quando arriveranno i mille euro netti ai lavoratori, gli sconti sul’Irap, quelli sull’energia elettrica vedremo da che parte staranno lavoratori e imprenditori”.

Renzi  ha anche parlato  dei “sorrisini” tra Barroso e Van Rompuy e dell'inchiesta sulla sua casa Fiorentina. Sui sorrisi tra i leader europei il premier ha commentato : Se "son contenti e sorridono mi fa piacere. Quello per cui lavoro io è perché sorridano di più le famiglie italiane: in quest'ultimo periodo quando pensano all'Europa non sorridono granché".

Mentre sulla casa,  ha risposto, che per l'abitazione di Pontassieve ogni mese paga insieme alla moglie, come molti italiani, un mutuo trentennale.

"La casa  di cui si parla è di un mio amico fraterno, che talvolta mi ha ospitato, aspetteremo che sia fatta chiarezza e vedremo chi ha ragione".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©