Politica / Regione

Commenta Stampa

Il sindaco annuncia una grande società in house

Il rilancio di Camerota: "Più servizi, meno tasse"


Il rilancio di Camerota: 'Più servizi, meno tasse'
18/10/2009, 09:10


Più servizi di qualità, meno tasse per i cittadini. Sono i vantaggi di una grande società in house, a capitale esclusivamente comunale, che l’amministrazione guidata dal sindaco Domenico Bortone, realizzerà entro il 2010 nel Comune di Camerota. Un modo per controllare e gestire al meglio i servizi comunali, assicurando la massima qualità in tutti i settori: parcheggi, porto, ma anche nettezza urbana e mense scolastiche. Sono questi gli obiettivi che il sindaco Bortone ha intenzione di raggiungere nell’arco di pochissimo tempo, cercando di abbattere in maniera notevole i costi dei servizi comunali che attualmente gravano sulle tasche dei cittadini. “Una scommessa – ha dichiarato il primo cittadino – che porterà notevoli vantaggi al nostro Comune. Non sarà un’operazione facile, ma conto molto sulle professionalità del mio territorio, e mi riferisco ai tanti giovani laureati che negli anni passati sono stati costretti ad emigrare per offrire le loro competenze”. “Offriremo più qualità ai nostri servizi – ha ribadito invece l’assessore al bilancio Pierpaolo Guzzo – effettuando anche un notevole risparmio sui costi e creando numerosi posti di lavoro. Non dimentichiamoci che la disoccupazione è uno dei grandi problemi della nostra zona”. Tra gli obiettivi anche la realizzazione di un depuratore, attualmente inesistente nel comune di Camerota: “E’ in atto – ha dichiarato il vice-sindaco Orlando Laino – un protocollo d’intesa con la Consac per realizzare un depuratore in località Vallone delle Fornaci. Contiamo di iniziare i lavori prima del nuovo anno, in questo modo affronteremo la stagione turistica con più serenità. La costruzione del depuratore ci permetterà di essere autosufficienti e migliorare la qualità delle acque, che ad onor del vero sono già limpidissime”. Naturalmente anche il servizio di depurazione rientrerà tra i compiti della nuova società comunale. “Cercheremo di realizzare – ha spiegato l’assessore all’Istruzione Raffaele Garofano – paesi a misura di bambino, con servizi adatti ai più giovani, dedicati in particolar modo all’istruzione e alla legalità. Tanto per iniziare abbiamo ristrutturato i quattro plessi scolastici del comune che versavano in pessime condizioni. Sono stati effettuati – conclude Garofano - lavori di consolidamento e di messa in sicurezza”.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©