Politica / Regione

Commenta Stampa

Il ritorno di Mastella: con il PdL verso Strasburgo


Il ritorno di Mastella: con il PdL verso Strasburgo
15/02/2009, 10:02

L’ex leader dell’Udeur, Guardasigilli del governo Prodi che lasciò tra le polemiche il suo incarico dopo la richiesta di arresti domiciliari per la moglie Sandra, correrà con il PdL alle Europee. Dopo alcuni colloqui con l’Udc di Casini nei mesi scorsi e dopo aver annunciato che si sarebbe presentato con chi gli avesse offerto ospitalità, Clemente Mastella sigla un’intesa con il centrodestra che comprende anche l’uscita dell’Udeur dalle giunte di centrosinistra, a partire da quella della Campania. L’accordo è stato sottoscritto a Roma dai coordinatori regionali della Campania di Forza Italia e AN, Nicola Cosentino e Mario Landolfi, e dal segretario campano dell’Udeur Antonio Fantini e prevede di proseguire "anche dopo il voto di giugno, lungo un percorso fatto di programmi e scelte condivise". "Spero in una campagna elettorale senza veleni e cattiverie - ha commentato Mastella - senza cose come quelle successe contro di me nel recente passato dalle parti di Catanzaro." Ma la notizia della sua candidatura al fianco del centrodestra ha visto sorgere già le prime polemiche, in particolare con l’Idv. "Dini - attacca il partito di Di Pietro con Felice Belisario - lo candidarono subito. Mastella era indagato e non poterono mantenere la promessa alle politiche, ora con la candidatura alle europee l’accordo per le prossime amministrative è chiuso."

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©