Politica / Politica

Commenta Stampa

Non attaccheremo Monti e ho convinto la Minetti a lasciare

Il ritorno in campo del Cavaliere


Il ritorno in campo del Cavaliere
13/07/2012, 09:07

“Non ho mai dichiarato di volermi candidare, sono gli altri che mi chiedono di tornare.” Queste le parole di Silvio Berlusconi durante il vertice del Pdl a Palazzo Grazioli, lasciando sgomenti tutti i presenti. Tra questi in primo piano Alfano, il nome che per un po’ è predominato sugli altri per un eventuale passaggio di staffetta, che, a quanto pare, ha risposto alle dichiarazione di Berlusconi chiedendo di lasciar perdere e procedere con la campagna elettorale. “Basta tentennamenti, ormai il candidato non puoi non essere tu”.
Inizia quindi così la pubblicità, perché di pubblicità ormai si tratta, a cui siamo tanto abituati e le dichiarazioni fioccano come la neve. Si esclude in primis una campagna elettorale contro Monti anche se è fondamentale pensare già da ora a cosa fare dopo. Esclusa la possibilità di nuove tasse per famiglie e imprese. Discussione sulla legge elettorale: si al proporzionale e no al Porcellum che favorirebbe la vittoria di Bersani.
Si è parlato inoltre di un ticket con una donna, ipotesi non molto entusiasmante per gli altri membri del partito, per cui se mai si dovesse procedere in questa direzione la scelta sarebbe esterna. Tra le possibili candidate troviamo Federica Guidi, ex presidente dei giovani industriali, e Emma Marcegaglia.
Gli animi degli altri uomini politici sembrano tutt’altro che stupiti. In effetti era una situazione facilmente prevedibile. Da Fini a Casini nessun commento è giunto sulla notizia, ma solo distacco con un sottofondo di sfiducia.
Intanto però il ritorno in campo di Berlusconi ha portato dietro di se i primi cambiamenti. Erano infatti mesi che il cavaliere cercava di convincere la Minetti a ritirarsi dalla carica di consigliere regionale della Lombardia e a poche ore dal suo ritorno, l’indagata nel caso Rubygate si è fatta da parte.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©