Politica / Napoli

Commenta Stampa

Il San Carlo conquista la Russia


Il San Carlo conquista la Russia
24/10/2011, 12:10

Il San Carlo conquista la Russia: standing ovation e ripetute richieste di bis allo Stanivslavsky di Mosca per “Viva Verdi”, il concerto che ieri sera, domenica 23 ottobre, ha chiuso la tournée del Teatro di San Carlo per la prima volta in Russia con Orchestra e Coro stabili. Quattro gli appuntamenti, tutti sold out, salutati da lunghi applausi e da file ai botteghini con richieste di repliche aggiuntive. La tournée si è aperta mercoledì 19 al Mariinsky con i “Pagliacci” di Ruggiero Leoncavallo, nell'allestimento del Lirico di Napoli firmato da Daniele Finzi Pasca con la direzione di Donato Renzetti, in replica il 20. Venerdì 21, terza serata a San Pietroburgo con il concerto “Viva Verdi”, riproposto a Mosca ieri sera. Sul podio Nello Santi, che ha diretto Coro- preparato da Salvatore Caputo- e Orchestra sancarliani attraverso pagine indimenticabili del padre del melodramma italiano. Afferma il Commissario straordinario Salvatore Nastasi: “E’ grande l’emozione per la mia ultima uscita in tournèe da commissario del San Carlo. Anni di grandi soddisfazioni e di forte impegno in cui il teatro ha dato il massimo, professionalmente e umanamente. Dopo il successo a San Pietroburgo, ieri sera un bagno di folla ci accolto a Mosca. E’ una gioia per me vedere un San Carlo che conquista le platee del mondo con il suo calore, il suo impegno, la sua storia e la sua professionalità”. Così anche il direttore Nello Santi: “Orchestra e Coro sancarliani sono eccellenti, espressione autentica di un teatro che ci rende orgogliosi di essere italiani nel mondo”. Alla fine del concerto applausi scroscianti con Coro e Orchestra che non riuscivano a lasciare il palcoscenico per la continua richiesta del pubblico. Alle fine, dopo numerosi bis (tra cui l’immancabile “Va' pensiero”) e più di venti minuti di applausi ininterrotti il concerto si è concluso con i presenti a gridare “ Viva l’Italia, viva Napoli!”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©